Curiosità dalla F1

Formula 1, Ferrari fa una proposta a Red Bull per i motori 2016

Una luce in fondo al tunnel per il team Red Bull, proprio dalla squadra che fino a un mese fa sembrava schernirlo. Sergio Marchionne nella giornata di ieri durante le Finali Mondiali Ferrari al Mugello si è detto aperto a saldare una nuova tipologia di partnership con Red Bull. Il team anglo-austriaco potrebbe partecipare direttamente e attivamente allo sviluppo del proprio motore disponendo di ingegneri e costruttori Ferrari. Tuttavia la Scuderia di Maranello ci tiene a mantenere il proprio vantaggio, pertanto il motore che monteranno le due Ferrari non sarà lo stesso delle Red Bull.

«La possibilità di collaborare con Red Bull riguardo allo sviluppo della power unit è ancora un’opzione valida, continuo a riaffermarlo. Ferrari però non fornirà Red Bull con un motore equivalente a quello utilizzato dalla Ferrari nei Gran Premi. L’azienda è disponibile a garantire ingegneri e il servizio di produzione per un motore in un progetto separato e specifico per Red Bull, in cui Ferrari si impegnerà a dare il meglio in ambito ingegneristico e a dare la possibilità a Red Bull e altre squadre di disporre di questo motore». Ad ogni modo Marchionne ribadisce la chiara differenza tra il team costruttore e il team cliente: «Quel motore non può essere lo stesso motore Ferrari che sarà montato sulle nostre due monoposto».

E’ stato inoltre reso noto dei contatti tra Ferrari e Red Bull. «Ne ho parlato con Mateschitz e anche con Marko. Il mio sogno non è battere Mercedes. Il mio sogno è rendere la Ferrari ciò che è in grado di essere. Questo significa condividere gli elementi essenziali di ciò che è nel nostro DNA, ma creare quella che diventerebbe una competizione fittizia è sciocco. Ferrari è comunque capace di mettere a disposizione degli altri le proprie abilità ingegneristiche».

Beatrice Zamuner

Mi chiamo Beatrice, ho 20 anni e faccio parte di F1World da 4 anni. Ho frequentato il Liceo Classico Franchetti a Mestre e ora studio lingue a Ca Foscari. Da un anno scrivo anche in inglese e attualmente scrivo e realizzo video per MotorLAT. L’interesse per la F1 è nato dalle vittorie di un giovane ma carismatico Fernando Alonso. Da grande vorrei diventare giornalista sportiva, perché ritengo che unire passione e professione sia la cosa migliore che un individuo possa attuare in tutta la propria vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio