2019Formula 1

Formula 1 | Ferrari, accantonata l’ipotesi Domenicali: resterà in Lamborghini

Le voci circolate nei giorni scorsi sul ritorno di Domenicali in Ferrari restano tali: proseguirà la sua avventura da amministratore delegato in Lamborghini

Topics

Le voci di un possibile ritorno di Stefano Domenicali in Ferrari hanno fatto il giro di tutto il mondo, dividendo i tifosi del cavallino rampante: quello di Domenicali sarebbe stato un clamoroso ritorno nel team che ha rappresentato per anni la sua casa, lasciata nel 2014 non senza polemiche. L’addio nel 2014 di Domenicali corrisponde alla fine di un’era a Maranello: un periodo ricco di aspettative non sempre rispettate, soprattutto dal 2010, con due titoli mondiali solamente sfiorati con al volante Fernando Alonso. Dall’ormai lontano 2014 sono passati ben 5 anni: in Ferrari sono cambiate molte cose, e proprio durante quest’inverno caldissimo si è pensato ad un clamoroso ritorno.

Domenicali resta in Lamborghini: rimessa dunque nel cassetto l’ipotesi alquanto suggestiva che voleva il ricongiungimento di due figure di spicco nel mondo Ferrari come Stefano Domenicali e Mattia Binotto, con quest’ultimo fresco della nomina di team principal.
Due italiani, grandi conoscitori dell’ambiente e di come si lavora a Maranello, Binotto e Domenicali avrebbero formato una coppia forte e determinata, lavorando fianco a fianco con un solo obiettivo: il titolo mondiale.
Per ora dunque il ruolo di amministratore delegato rimane affidato a Louis Camilleri, attorno al quale ci sono molti punti interrogativi, dettati dalla poca presenza in Italia affianco alla squadra e alle (pochissime) dichiarazioni rilasciate, sembrate molto spesso “di facciata”.

La carriera di Domenicali, dopo l’addio al cavallino rampante, è proseguita brillantemente con risultati importanti ottenuti in Lamborghini, dove ha lavorato, lavora tuttora e lavorerà anche nel prossimo futuro come amministratore delegato. Dati alla mano, da quando Domenicali è di Lamborghini, l’azienda italiana ha toccato il picco massimo della sua storia sia dal punto di vista di vendite che dal punto di vista di guadagno. La coppia Domenicali-Lamborghini funziona e, almeno per ora, nessuna delle due parti vuole privarsi dell’altra.

Quando manca praticamente un mese alla presentazione della vettura per il 2019, in casa Ferrari si vive un clima sereno, con sempre in testa l’obiettivo che ormai manca da troppi anni: il titolo mondiale. Con l’avvicendamento di Mattia Binotto, al quale i vertici di Maranello hanno dimostrato totale fiducia con l’incarico affidatogli, in Ferrari possono dirsi pronti a lanciare la sfida alla Mercedes per questo mondiale 2019 che si avvicina sempre di più.

Topics
Pubblicità

Andrea Barilaro

Mi chiamo Andrea, ho 21 anni, abito a Milano e sono uno studente universitario. Ho una passione enorme per Formula 1 fin da piccolo, e negli anni questa passione è diventata sempre più grande. Il sogno è quello di far diventare questa passione un lavoro in futuro: ho iniziato a scrivere i primi piccoli articoli già a 10 anni, e col passare del tempo ho sempre dedicato molto tempo a questa passione. Il primo ricordo di Formula 1 che ho risale al gran premio di Monza del 2007, quando andai all'autodromo per la prima volta con mio padre a vedere la gara, e da quel momento non ho più abbandonato questo meraviglioso sport.

Altri articoli interessanti

Back to top button