DichiarazioniFormula 1Gran Premio Abu Dhabi

Fittipaldi: dopo Abu Dhabi sarà senza contratto

Il brasiliano, in scadenza a fine anno, non è detto che rinnovi con Haas e nel circus scarseggiano i sedili

Il discreto esordio del nipote d’arte non sembra sufficiente ad ottenere un rinnovo con il team americano

Il terribile incidente di Romain Grosjean nel GP del Bahrain ha dato la possibilità a Pietro Fittipaldi di poter prender parte ad un Gran Premio di Formula 1. Il brasiliano, quarto di una dinastia di piloti e da due anni test driver Haas, ha avuto finalmente la chance di debuttare in gara. Dopo essersi tolto di dosso la rugine che inevitabilmente si accumula in due anni di inattività, Pietro avrà un’altra chance per correre, il GP di Abu Dhabi.

Anche nell’ultima tappa del Mondiale sarà lui a sostituire Grosjean, prima di lasciar spazio a Mick Schumacher e Nikita Mazepin. Tuttavia dopo l’ultima bandiera a scacchi, Pietro di fatto sarà senza lavoro. La Haas non gli rinnoverà il contratto e al momento sul piatto non sembrano esserci grandi offerte. Lo stesso Guenther Steiner ha ammesso: “Non so dove stia andando Pietro, o cosa farà dopo. Penso che ci stia lavorando ma al momento credo non abbia trovato nulla”.

“Ci sono 20 sedili e sembra che ci siano molti piloti di talento. Abbiamo annunciato i nostri piloti, quindi non so se sarà con noi il prossimo anno o se guiderà in qualche altre serie”, prosegue il team principal della Haas, che però ha elogiato il lavoro del suo terzo pilota. A causa del Covid-19, Fittipaldi non ha avuto la possibilità di mettersi al volante della Haas per i test di questa stagione e non ha gareggiato in nessun’altra categoria.

“Pensando che ha guidato la macchina l’ultima volta un anno fa e non ha partecipato a nessuna gara quest’anno, penso che abbia fatto molto bene”, ha rivelato Steiner. “Mi ha detto che non è contento di passare la gara a seguire gli altri e ha aggiunto che farà meglio la prossima volta. Ama essere nelle auto da corsa ma non l’ha fatto per un po’ e quindi quando segue altre auto fa ancora più fatica. Spesso guarda i dati di Kevin e si dice ‘Faccio fatica di più, ho bisogno di abituarmi a questo'”.

STEINER: I VALORI DELLE MACCHINE NASCONDONO IL VALORE DEI PILOTI

“La cosa più importante è che ha concluso la gara senza problemi e con un distacco rispettabile da Magnussen”. Steiner ha anche sottolineato che l’impressionante prestazione di George Russell ha dimostrato come il talento del pilota sia spesso nascosto dalle auto di bassa classifica.Abbiamo visto cosa poteva fare George. E’ salito su un’auto da campione del mondo e si è messo subito in condizione di poter vincere” .

“Pietro non ha mai corso su una macchina di Formula 1 ed è stato subito a pochi decimi dal nostro pilota. Ciò non significa che il nostro pilota principale sia una schifezza o che Lewis Hamilton sia un pilota scarso, mostra solo quanto i piloti siano dipendenti dalla macchina che stanno guidando“. In sintesi il team principal di Merano ha dispensato belle parole su Fittipaldi, ma del suo futuro non v’è certezza…

Gabriele Gramigna

Mi chiamo Gabriele, sono un ragazzo molisano e studio chimica all'università di Padova. Dal 2018 scrivo per F1World, cercando di trasmettere la mia passione per la Formula 1 in tutti i miei articoli.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.