DichiarazioniFormula 1

FIA: “Nuovi regolamenti rinviati al 2022”

La Federazione Internazionale Automobilistica annuncia che le scuderie dovranno utilizzare il telaio del 2020 anche nel 2021, perché il nuovo regolamento verrà attuato nel 2022

La FIA, la Formula 1 e tutti i dieci team hanno concordato all’unanimità di ritardare l’introduzione delle regole tecniche del 2021, di un anno, posticipandole al 2022

Giovedì, la FIA e le dieci scuderie di Formula 1 hanno tenuto una teleconferenza per discutere della pandemia di Coronavirus e dei suoi impatti sullo sport. Decidendo così che la migliore linea d’azione fosse quella di ritardare l’introduzione delle regole tecniche al 2022. Perciò, nel 2021 verranno applicate le regole del 2020. Si spera che ciò alleggerirà l’onere finanziario per le squadre. Visto il momento così particolare, in cui verranno anche disputate meno gare del previsto. “Tutte le parti hanno discusso ulteriormente della situazione attuale del Campionato Mondiale del 2020″.

“Inoltre hanno discusso di come lo sport reagirà agli sconvolgimenti causati dalla pandemia di COVID-19. A causa della situazione finanziaria attualmente instabile che ciò ha creato, è stato concordato che i team useranno il loro telaio 2020 per il 2021, con il potenziale congelamento di ulteriori componenti da discutere a tempo debito. L’introduzione e l’attuazione delle normative finanziarie proseguiranno come previsto nel 2021, e le discussioni rimangono in corso tra la Federazione Internazionale Automobilistica, la Formula 1 e tutti i team su ulteriori modi per ottenere significativi risparmi sui costi ha così annunciato la FIA durante un’intervista.

A CAUSA DEL COVID-19 E’ TUTTO INCERTO

“Tutti i team del Circus hanno espresso il loro sostegno per la Federazione e la Formula 1. Gli sforzi fatti in questo periodo di pandemia per ristrutturare il calendario del Campionato Mondiale 2020 sono estremi. Tutto ciò è dettato dalla situazione globale relativa al COVID-19, che si sviluppa man mano. Nelle ultime ore infatti è arrivata la comunicazione che il Gran Premio di Monaco, in programma a maggio, non si disputerà per la prima volta dal 1954. Tutti questi cambiamenti, oltre all’evidente impegno, saranno riferiti alle pertinenti strutture governative per la ratifica finale”.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button