DichiarazioniFormula 1

FIA: “Con i nostri protocolli Covid-19 possiamo correre ovunque”

A seguito degli sforzi effettuati tra FIA, Liberty Media e la stessa F1 per stipulare i protocolli Covid-19, ora si può correre ovunque nel mondo

A seguito dei risultati ottenuti grazie all’attuazione dei protocolli Covid-19, la F1 potrebbe correre ovunque nel Globo, se solo i Governi lo permetteranno.

Il calendario della Formula 2021 potrebbe nuovamente coprire l’intero Globo, grazie alla buona riuscita del’attuazione dei protocolli per la prevenzione del Covid-19 da parte della FIA in collaborazione con Liberty Media,  grazie a ciò il “sogno” di ripartire da Melbourne a luglio potrebbe divenire realtà.

Il direttore delle operazioni della FIA, Bruno Famin, che si occupa anche dei protocolli Covid-19, si dice fiducioso nei confronti dei vari governi che saranno felici di ospitare la massima serie automobilistica, dichiarando:

“Per me l’unico problema sono le restrizioni di viaggio da parte del governo. Abbiamo già corso in alcuni Paesi o in alcune regioni dove la situazione Covid era piuttosto brutta e ci siamo riusciti. Penso che il protocollo e le persone, provano che il protocollo funziona in tutte le circostanze”.

LE PROBLEMATICHE

Proseguendo la sua dichiarazione, Bruno Famin, come riporta motorsport.comIl problema è la questione legale, e le restrizioni sui viaggi. Se dobbiamo mettere in quarantena o meno e se l’organizzatore locale ha l’autorizzazione per svolgere l’evento. Questo è il punto chiave, non il protocollo in se”.

Nonostante questi intoppi burocratici, la Formula 1 si dice fiduciosa e speranzosa nel poter mettere insieme un calendario per la stagione 2021 che sia più completo e normale, anche se attualmente non è chiaro quanti saranno i Gran Premi, il tutto verrà analizzato nei prossimi mesi, in base all’evolversi della pandemia.

Per concludere, il direttore delle operazioni FIA, ha dichiarato che in termini di pianificazione per i nuovi round, la Federazione ha bisogno di circa sei settimane di preavviso per rendere ufficiali gli eventi: “Ci prepariamo sempre da quattro a sei settimane prima di un evento, avendo il primo contatto con l’organizzazione locale insieme alla FOM”.

Ruggiero Dambra

Mi chiamo Ruggiero e sono un ragazzo pugliese di 24 anni, studente di giurisprudenza (presso l'Università degli Studi di Bari) e appassionato di Formula 1 fin da bambino. La mia "carriera" come editore inizia nel 2013 con la creazione di un piccolo blog dedicato inizialmente alla cronaca, per poi passare ad occuparmi interamente di motorsport. In seguito ho scritto per diversi siti riguardanti la F1, fino ad iniziare la mia avventura con F1world nel settembre 2018. Accreditato dalla Federazione Internazionale dell'Automobilismo (FIA) potrete vedermi qualche volta in giro nel paddock. Quando mi chiedono chi vincerà il mondiale secondo me, io rispondo: "Il migliore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio