Formula 1

Ferrari: pronto un extra-budget per il 2020

Louis Camilleri ha spiegato che pur di raggiungere la Mercedes ci sarà un aumento degli investimenti

Il progetto della Ferrari per la stagione 2020 è in dirittura d’arrivo. Nel frattempo dall’alto arrivano rassicurazioni sul fronte economico

Il 2020 deve essere l’anno della svolta. Dopo i 6 titoli consecutivi portati a casa dalla Mercedes, la Ferrari non può rimanere a guardare. Proprio per questo l’anno prossimo è previsto un sensibile aumento del budget, pur di compensare il gap prestazionale con le Frecce d’Argento. Da Maranello non arrivano indizi sulla cifra precisa di questo extra budget; lo stesso Camilleri si è limitato a dire: “Avremo il budget necessario”.

L’aumento di budget previsto in casa Ferrari va letteralmente contro quelle che saranno le direttive del 2021, quando oltre una certa cifra, per l’esattezza 175 milioni di dollari, non si potrà investire. Ma d’altronde tutti i team stanno investendo sempre di più, specie sul fronte aerodinamico dove nel 2021 ci sarà una rivoluzione. Se nel 2019 il budget della Rossa, secondo il Business Book, superava i 469 milioni di euro, il 10% in più rispetto al 2018, entro il 2020 è probabile che superi i 500 milioni di euro.

In Formula 1 si sa tutto ha una logica. L’aumento del budget in Ferrari non è casuale. Sicuramente in parte è dovuto al tentativo di raggiungere la Mercedes in termini di competitività, ma non solo. Dal 2021, infatti, verrà imposto un tetto sulle spese massime. Dunque a Maranello, ma probabilmente anche a Brackley e a Milton Keynes, hanno deciso di spendere tutto ora, prima che verranno introdotti dei limiti.

In Ferrari è previsto un aggiornamento alla power unit insieme ad un nuovo telaio, tutto in funzione del 2021. Tra gli altri investimenti ovviamente rientra anche un nuovo simulatore, che dovrebbe essere pronto già dall’inizio del 2020. Che il motore Ferrari sia il più forte non ci sono dubbi, ma è sull’affidabilità che a Maranello stanno lavorando, considerati i problemi che ci sono stati l’anno scorso, senza i quali le Rosse avrebbero potuto avere almeno una vittoria in più, quella in Bahrain.

Camilleri non è preoccupato. Per la Ferrari, dal punto di vista commerciale, il 2019 è stato un anno record e non ci saranno problemi per quanto concerne i finanziamenti nella prossima stagione. “Fortunatamente, l’industria automobilistica può sostenere questi investimenti, non solo in termini di personale, ma anche in termini di infrastrutture e denaro”, ha detto il direttore esecutivo Louis Camilleri.

Per preparare al meglio il 2021 il team avrà a disposiozione tutte le ore necessarie in galleria del vento oltre a tutte le simulazioni CFD di cui avranno bisogno. Camilleri ha chiarito di essere contento del lavoro di Mattia Binotto e ha aggiunto che il team “Sta imparando a lavorare insieme”, come già fanno Mercedes e Red Bull.

Topics
Pubblicità

Gabriele Gramigna

Mi chiamo Gabriele, sono un ragazzo molisano e studio chimica all'università di Padova. Dal 2018 scrivo per F1World, cercando di trasmettere la mia passione per la Formula 1 in tutti i miei articoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close