Formula 1Gran Premio Gran Bretagna

Ferrari, lite Leclerc-Binotto? Ecco cosa si sono detti

A fine Gran Premio, le telecamere hanno beccato una discussione tra il #16 e il team principal, con l’italiano che ha rivelato i dettagli dello scambio di battute

Hanno fatto il giro del mondo le immagini del chiarimento post gara tra il monegasco e l’ingegnere di Losanna. Lo stesso capo sportivo ha rivelato i dettagli della discussione

Verso la fase finale dello scorso Gran Premio, la Ferrari di Charles Leclerc era in testa a Silverstone, davanti al compagno di squadra Carlos Sainz, a un passo dalla vittoria. Tuttavia, l’ingresso in pista della Safety Car ha scompigliato le forze in campo, mandando a rotoli la potenziale terza vittoria del monegasco. A dispetto di quanto si potesse immaginare, gli strateghi della Rossa hanno lasciato in pista con gomme usurate la monoposto #16.

A mettere le gomme morbide è stato Carlos Sainz, seguito dalla Mercedes di Lewis Hamilton e dalla Red Bull di Sergio Perez. In questo modo, con una mossa totalmente scellerata, il muretto ha lasciato il monegasco in pasto agli avversari, che lo hanno superato con non poche difficoltà, nonostante avessero montato gomme morbide. A testimonianza del suo grande talento, a testimonianza dell’errore commesso.

Leclerc ha persino rischiato la debacle completa, a causa del pericolo rappresentato da Fernando Alonso e Lando Norris, piloti che con qualche giro in più avrebbero potuto mandare il #16 a un passo da Max Verstappen, che ha concluso al settimo posto per colpa di un problema alla monoposto. Qui risiede il rimpianto più grande: se Leclerc avesse vinto il distacco in classifica piloti sarebbe stato meno problematico. Invece, solamente 6 sono i punti rosicchiati dopo la tappa britannica.

BINOTTO PRENDE LE DIFESE DEL TEAM

A fine gara, Leclerc e Mattia Binotto sono stati visti chiacchierare nel parco chiuso, con l’italiano che sembrava avere un tono abbastanza acceso. Tuttavia, il capo della Ferrari ha spiegato che stava solamente cercando di consolare il suo pilota. “In primo luogo, sapevo che era deluso e frustrato, il che è comprensibile perché stava conducendo chiaramente la gara ed era a suo agio e veloce prima che uscisse la Safety Car”, ha affermato.

“Penso che per lui sarebbe stata una grande opportunità, perché era in testa mentre Max aveva dei problemi. Poi, con l’uscita della Safety Car, ha avuto un finale difficile e senza dubbio è rimasto deluso. Quindi, quando l’ho incontrato, ho capito che era deluso e quello che gli ho detto è che ha fatto una gara fantastica, ancora una volta, anche perché ha avuto un fantastico e combattivo primo giro.

“E poi, dopo il rientro della Safety Car, il modo in cui stava proteggendo la posizione è stato fantastico ed eccezionale. Quindi gli ho detto semplicemente di rimanere calmo, perché il modo in cui guidava era fantastico. Ancora una volta è stato sfortunato, con la Safety Car che è uscita a pochi giri dalla fine quando era in testa. Si tratta di una grande sfortuna, ed è per questo che non dovrebbe essere troppo deluso.

LECLERC È DELUSO, MA NON ATTACCA LA FERRARI

Parlando del suo scambio di battute post-gara con Binotto, Leclerc ha insistito sul fatto che il capo semplicemente “voleva tirarmi su il morale” dopo un risultato deludente. Il monegasco ha anche affermato di volere una spiegazione delle deludenti strategie prese dal muretto del Cavallino rampante.

“Dall’esterno, finché non si ottengono tutti i dettagli di una decisione, è molto difficile commentare, ha detto Leclerc. “Ovviamente la frustrazione è alta, perché il risultato finale è che la mia gara è stata molto difficile. Stavo solo cercando di fare del mio meglio per tenere dietro le altre vetture, ma ovviamente fa la differenza lottare contro una gomma morbida appena montata”.

Amedeo Barbagallo

Studente catanese di Filosofia con la passione per la scrittura, l’arbitraggio e la Formula 1. Autore del libro "I ragazzi che salvarono il mondo" (Santelli, 2020).

2 Commenti

  1. La Ferrari è vergognosa e incapace di effettuare qualsiasi strategia con Leclerc.
    penso che Leclerc dovrebbe andar via dalla Ferrari perché non sono in grado di farlo vincere visto che è il pilota più forte in circolazione.
    Quello che hanno fatto è veramente scandaloso un bambino di tre anni avrebbe fatto scelte migliori.
    E sono tifoso della Ferrari ma non so per quanto ancora che schifo.

  2. Sono un fan (ex???) du Ferrari dà sempre.
    Bimotrice a fatto un buon lavoro da Ingenieur.
    Però come direttore di scuderia non vale un c…o
    Ho sarà che a fatto un accordo con RedBull ?
    E proprio incedibile quelli che sta succedendo, lo sceneggiatore più inventivo non l’avrebbe trovato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio