DichiarazioniFormula 1

Ferrari: la SF-23 scende in pista a Fiorano

La nuova monoposto, della scuderia di Maranello, rompe subito gli indugi venendo portata a fare un giro nel circuito di casa. Cosa ne pensano i due piloti?

La nuova monoposto della Ferrari, la SF-23, è stata portata in pista dai due piloti titolari. Una giornata piena di sorprese con il ritorno del pubblico nel circuito di Fiorano

La Rossa ha deciso, durante la festa degli innamorati, di togliere i veli alla nuova vettura con cui proverà a contendere il mondiale 2023. La SF-23, nome scelto dalla Ferrari per la monoposto, ha già compiuto i primi chilometri nella pista di Fiorano. Leclerc, in mattinata, e Sainz, il pomeriggio, hanno condotto la sessantanovesima creazione della scuderia di Maranello a macinare le prime miglia. La scelta dell’ordine su chi dovesse provare per primo la SF-23 è stato deciso tramite lancio di moneta, che, come si può immaginare, è stato vinto dal monegasco. È stato reso disponibile, per la gioia degli appassionati, una tribuna appositamente posizionata nella pista di Fiorano.

Cosa ne pensano Leclerc e Sainz?

Leclerc, dopo aver completato i suoi tre giri, dichiara: “Mi sento bene. Voglio dire, i primi chilometri con la nuova monoposto dopo aver fatto cosi tanti chilometri al simulatore, sono speciali. Tutto liscio, ma ovviamente con due giri è difficile andare nel dettaglio. Ho già dato i primi feedback, mentre stavo girando, agli ingeneri sul mio feeling. La macchina andava più che bene, senza intoppi, tutto è andato in modo perfetto. Tutto il team ha lavorato molto sulla nuova monoposto e vederla per la prima volta è semplicemente fantastico. L’inizio della stagione è molto vicino, e questo è sempre un momento emozionante“.

Sainz ha dichiarato che: “Avere la possibilità di svelare la monoposto davanti ai nostri tifosi è stato grandioso per me visto che questo è il mio primo evento di lancio in presenza da quando sono entrato a far parte della Scuderia. Vorrei ringraziare tutte le persone che si sono unite a noi in un giorno così speciale, sia qui che online in tutto il mondo. Questa vettura è il risultato del duro lavoro e della passione che ogni membro del team ci ha messo negli scorsi mesi e sembra un ulteriore passo avanti. Il nostro obiettivo non può che essere spingere al massimo e provare a vincere più gare, essere sempre competitivi e lottare per i entrambi i campionati del mondo. Non vedo l’ora di scendere in pista per la prima volta in Bahrain e di dare il via a questa nuova stagione“.

Mattia Peddis

Sono Mattia uno studente di scienze politiche con la passione per la Formula 1 e per la politica. Il mio obbiettivo è quello di trasmettere la mia passione per il Motorsport attraverso la scrittura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio