DichiarazioniFormula 1Gran Premio Turchia

Ferrari al GP di Turchia 2020: Anteprima

I piloti della scuderia di Maranello commentano il circuito di Istanbul Park che questo weekend ospiterà il GP di Turchia

Istanbul Park non sarà un circuito favorevole alla Ferrari. Tuttavia, Vettel e Leclerc sono impazienti di disputare il GP di Turchia cercando di sfruttare ogni possibilità.

La Formula 1 torna a Istanbul Park dopo ben 9 anni di assenza. Per la Ferrari il GP di Turchia non sarà di certo un weekend facile in virtù delle caratteristiche del tracciato, ma non manca tra i piloti della Rossa la voglia di gareggiare tra i saliscendi del circuito turco, che tra le piste di nuova generazione risulta tra le più apprezzate dai piloti. Per Vettel sarà un ritorno felice in quanto fu il vincitore dell’ultima edizione del Gran Premio prima che il Circus lo abbandonasse, mentre Leclerc sarà al suo debutto assoluto.

LECLERC: “NON VEDO L’ORA DI PROVARE CURVA 8”

“Sarà la mia prima volta ad Istanbul Park. Ho visto alcuni video delle gare e ho parlato con chi ci ha guidato e tutti i commenti sembrano positivi. Vedo che il fondo è vario, con cambi di quota e curve spettacolari. Sopratutto non vedo l’ora di provare la curva 8. Sarà interessante vedere come si comportano le vetture attuali lì, una novità per tutto il mondo”.

VETTEL: “CIRCUITO FANTASTICO”

“Sono felice di tornare a Istanbul Park, un circuito in cui ho ricordi felici e altri non tanto. Il mio viaggio è iniziato qui nel 2006, poichè ho preso tutti i titoli dei giornali segnando il tempo più veloce durante la seconda sessione di prove libere del venerdì con la BMW Sauber. Ho vinto anche qui nel 2011, l’ultima volta che siamo stati in Turchia”.

“E’ un circuito molto interessante, è fantastico da guidare. Ci sono diversi cambi di quota che sono molto più pronunciati di quelli che si vedono in tv e ci sono parti molto emozionati. Ovviamente sto parlando della curva 8 con i suoi 3 vertici. Ma in realtà dal punto di vista tecnico questa pista ha un po’ di tutto e penso che ai piloti che non hanno mai guidato qui prima d’ora piacerà fin dall’inizio”.

IL DS FERRARI SUL GP DI TURCHIA

“Siamo fortunati ad avere Sebastian, che ci ha corso quattro volte. Date le caratteristiche della pista sarà un weekend difficile per noi. Tuttavia dopo i primi tre piloti, la battaglia è stata molto serrata per tutta la stagione. Il minimo può fare la differenza per un posto in seconda fila o non arrivare in Q2. Il nostro obbiettivo principale è confermare i pochi progressi che abbiamo visto nelle ultime gare e, se possibile, ridurre il divario rispetto ai leader del Campionato”.

 

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.