Gran Premio Europa

F1| GP Europa 2016, Prove libere 1: Hamilton il più veloce, il primo botto è di Ricciardo

Prime prove libere di apprendimento del GP Europa, in cui i piloti hanno affrontato per la prima volta il poliedrico circuito mistilineo di Baku. Lewis Hamilton chiude in prima posizione, davanti a Nico Rosberg a tre decimi e mezzo da lui, e Valtteri Bottas terzo a sei decimi dal leader.

La ricerca del limite è stata aperta su gomme Soft dai due piloti Mercedes e Valtteri Bottas, seguiti dall’ambasciatore dell’evento Fernando Alonso, fattore che denota l’importanza dell’esperienza per interpretare al meglio un tracciato sconosciuto. Qualche imperfezione commessa dai piloti Renault e Haas, Vettel, Hamilton e Sainz, con l’opinione unanime dei piloti sulla difficoltà della sequenza di curva 7 e 8, una vera e propria strettoia cittadina.

Daniel Ricciardo è stato la prima vittima del muro di Baku in curva 15; a meno di 23 minuti dalla fine della sessione ha causato la prima bandiera rossa. L’australiano ha danneggiato la sospensione posteriore destra e distrutto l’alettone posteriore della sua RB12. Il suo compagno di squadra Verstappen, invece, è rimasto costretto ai box a causa di una perdita dell’olio dal proprio motore. Carlos Sainz ha danneggiato l’ala anteriore, andando contro le barriere dell’insidiosa uscita di curva 15, ma è riuscito a tornare in pista e ha stampato il nono tempo. Inizio in sordina per la Ferrari, con un calmo Sebastian Vettel concentrato sull’adattamento al circuito, sul set-up e non tanto sul crono. Il tedesco ha concluso 5°, spingendo negli ultimi secondi, mentre Raikkonen è dodicesimo. La velocità di punta della Rossa è staccata dai motorizzati Mercedes e Honda di circa 10 km/h.

Lewis Hamilton ha accusato una gomma spiattellata poco prima della bandiera rossa; per lui la sessione è finita in anticipo, così come per Felipe Massa e Kimi Raikkonen. Bene la Williams, con Valtteri Bottas in terza posizione e velocità di punta record, 351 km/h, e Massa ottavo. Riscontri positivi per la McLaren-Honda, in quarta posizione con l’ultimo vincitore del GP Europa a Valencia, Fernando Alonso, e settimo Jenson Button, favoriti solo in parte dalla natura del circuito e soprattutto dall’esperienza che ha garantito loro un approccio molto valido. Sorprende la velocità di punta delle McLaren, 348 km/h per Alonso, molto vicino alla velocità di Bottas. Force India consistente, con Perez in sesta posizione e Hulkenberg decimo. Solo i piloti Mercedes e Toro Rosso hanno segnato un tempo con le SuperSoft. 

Ecco i tempi delle libere 1:

Beatrice Zamuner

Mi chiamo Beatrice, ho 20 anni e faccio parte di F1World da 4 anni. Ho frequentato il Liceo Classico Franchetti a Mestre e ora studio lingue a Ca Foscari. Da un anno scrivo anche in inglese e attualmente scrivo e realizzo video per MotorLAT. L’interesse per la F1 è nato dalle vittorie di un giovane ma carismatico Fernando Alonso. Da grande vorrei diventare giornalista sportiva, perché ritengo che unire passione e professione sia la cosa migliore che un individuo possa attuare in tutta la propria vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button