DichiarazioniFormula 1

Ecclestone: “Mercedes venda il team alla fine di quest’anno”

Il magnate ex patron della Formula 1 ha detto senza mezzi termini al team di Brackley di lasciare il Circus dal momento che non ha più nulla da dimostrare

Bernie Ecclestone è tornato a parlare del Circus, questa volta puntando il dito contro la Mercedes. A detta dell’ex patron della Formula 1, la Mercedes alla fine del 2020 farebbe meglio a vendere il team. Questo perchè dopo sei titoli consecutivi e ogni record raggiunto e battuto, il team di Brackley non avrebbe più niente da dimostrare.

Oltre a ciò, sottolinea Bernie Ecclestone, lasciare ora la Formula 1 significherebbe per la Mercedes lasciare instillato il dubbio in chi vincerà nei prossimi anni se non abbiano vinto solo perchè il team tedesco ha lasciato il Circus.

Ho incontrato il capo Mercedes Ola Kallenius quando era ancora responsabile della fabbrica dei motori Mercedes per la Formula 1 a Brixworth“, ha dichiarato Bernie Ecclestone. “Quindi sa di cosa si tratta. Al momento, tuttavia, ha altri problemi oltre al suo progetto di Formula 1“.

Ma ciò che mi ha profondamente colpito è come sta guidando l’azienda attraverso lo scandalo delle emissioni e la crisi del Coronavirus in vista del futuro. Se fossi in lui venderei la mia squadra alla fine del 2020“.

Cosa deve dimostrare la Mercedes dopo sei titoli di fila? Niente. Ogni campione del mondo dopo quello dovrebbe vivere con il dubbio di aver vinto il titolo solo a causa dell’uscita di Mercedes“.

IL FUTURO DELLA MERCEDES IN FORMULA 1

Al di là comunque di queste congetture, tempo fa era circolata seriamente la notizia che la Mercedes avesse intenzione di lasciare la Formula 1 alla fine di quest’anno. Tutto ciò però ora appare chiaro che fosse probabilmente soltanto una tattica del team per cercare di ottenere il giusto riconoscimento in termini di premi dal 2021.

Comunque, i nuovi regolamenti che avrebbero dovuto investire il Circus dalla prossima stagione verranno rimandati al 2022, a causa dell’epidemia di Coronavirus che ha portato anche alla momentanea cancellazione delle prime sette gare del calendario 2020.

Pubblicità

Luca Brambilla

Studente universitario all'università di Trento. Redattore presso F1world.it. Appassionato di giornalismo, cinema e sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button