Formula 1

Mercedes produce apparecchi respiratori

Il team di Brackley si è dedicato alla produzione di apparecchi respiratori per aiutare il servizio sanitario nella lotta al Coronavirus

La Mercedes per aiutare la lotta contro il Coronavirus, ha iniziato a produrre apparecchi per aiutare a respirare i pazienti che hanno contratto il virus. Tutto ciò all’interno del progetto denominato “Progetto Pitlane“, in cui i team di Formula 1 mettono a disposizione le loro capacità ingegneristiche per supportare i servizi sanitari in questo momento di estrema difficoltà.

In collaborazione con l’Università di Londra, la divisione della Mercedes che solitamente si occupa del propulsore produce ora questo dispositivo per la respirazione. L’apparecchio in questione è studiato per evitare ai pazienti di finire in terapia intensiva, ed è già stato ampiamente utilizzato sia in Italia che in Cina.

Ora si spera a breve di riuscire ad utilizzare questi apparecchi il prima possibile anche in Gran Bretagna.

“La comunità della Formula 1 ha mostrato un’impressionante risposta alla richiesta di supporto, riunendosi nel Progetto Pitlane per supportare il bisogno nazionale in questo momento attraverso una serie di progetti“, ha dichiarato Andy Cowell, dirigente della Mercedes.

Siamo stati orgogliosi di mettere le nostre risorse al servizio di UCL per consegnare il progetto CPAP ai massimi standard e nel più breve tempo possibile“.

LA FORMULA 1 AL SERVIZIO DEL SISTEMA SANITARIO

Il professore della UCL Mechanical Engineering Tim Baker ha aggiunto: “Data l’urgente necessità, siamo grati di essere stati in grado di ridurre un processo che poteva richiedere anni, facendo tutto invece in pochi giorni“.

Da quando abbiamo ricevuto istruzioni, abbiamo lavorato per tutto il giorno, smontando e analizzando un dispositivo fuori brevetto. Usando simulazioni al computer, abbiamo migliorato ulteriormente il dispositivo per creare una versione all’avanguardia adatta alla produzione di massa“.

Abbiamo avuto il privilegio di poter avvalerci della capacità della Formula 1. Una collaborazione resa possibile dagli stretti legami tra UCL Mechanical Engineering e HPP“, ha concluso Tim Baker.

Il governo britannico ha fatto un ordine per 10.000 ventilatori, che saranno prodotti e forniti dai sette team di Formula 1 con sede nel Regno Unito, nonché dai giganti dell’ingegneria Airbus, BAE Systems e Ford.

Pubblicità

Luca Brambilla

Studente universitario all'università di Trento. Redattore presso F1world.it. Appassionato di giornalismo, cinema e sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button