DichiarazioniFormula 1

Ecclestone: “La Ferrari ha preferito Leclerc e trascurato Vettel”

Il presidente onorario della Formula 1 critica il team di Maranello non solo per la gestione dei piloti, ma anche per la scelta del sostituto di Arrivabene

Bernie Ecclestone, presidente onorario della Formula 1, crede che la Ferrari abbia supportato eccessivamente Charles Leclerc nel 2019 e si sia dimenticata di Sebastian Vettel. Il britannico ritiene che la mancanza di supporto ricevuto dal tedesco sia stata la chiave della sua pessima annata la scorsa stagione

Ecclestone ha riconosciuto che Vettel non è riuscito a sfruttare tutto il suo potenziale lo scorso anno. Tuttavia, spiega che la Ferrari si è completamente concentrata su Leclerc, non supportando il tedesco come avrebbero in realtà dovuto. “Sebastian ha disputato una stagione sottotono e gliel’ho detto. La Ferrari però ha favorito Leclerc al 100%. Si sono innamorati di un pilota e hanno reso le cose molto difficili per l’altro”, ha così dichiarato in un’intervista al quotidiano britannico Daily Mail.

Bernie pensa che abbiamo già visto la migliore versione del giovane monegasco in Ferrari. Inoltre, indica che la sanzione post-gara di cinque secondi che Vettel ha ricevuto in Canada è stata decisiva. Non ha avuto il pieno supporto della sua squadra, secondo lui.  Perciò a riguardo ha affermato:“Penso che abbiamo visto il meglio di Leclerc. Ha fatto bene e continuerà così, ma non credo che vedremo qualcosa di spettacolare. La gara canadese affondò Sebastian. Penso che la Ferrari avrebbe dovuto sostenerlo di più” .

Ecclestone è anche contrario al fatto che Mattia Binotto sia il Team Principal della Ferrari. Il britannico ritiene che manchi la leadership a Maranello e avrebbe inserito Flavio Briatore come sostituto di Maurizio Arrivabene. Perciò ha dichiarato: “Binotto è un ingegnere. A Maranello hanno bisogno di una forte leadership. Avrei messo Flavio Briatore alla Ferrari. Flavio avrebbe fatto quello che ha sempre fatto a Benetton e Renault: prendere le persone migliori degli altri team. Il problema alla fine è che Flavio avrebbe fatto pensare alle persone che la Ferrari appartenesse a lui”.

SECONDO BERNIE E’ MEGLIO CHE HAMILTON RESTI IN MERCEDES

Ecclestone ha commentato che Lewis Hamilton non si adatterebbe alla Ferrari a causa della filosofia della Scuderia. Pensa che è meglio che il sei volte Campione del Mondo non lasci la sua zona di comfort all’interno della Mercedes. “Se fossi Lewis, starei in Mercedes. E’ a suo agio e si occupa di tutto. In Ferrari non funzionerebbe. Dovrebbe imparare la lingua per sapere cosa direbbero di lui alle sue spalle” ha così concluso Bernie Ecclestone. 

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button