2019Dichiarazioni dei PilotiFormula 1Gran Premio Canada

Formula 1 | GP Canada 2019, Sebastian Vettel: “La penalità? Decisione assurda”

Sebastian Vettel sfoga tutta la sua rabbia per la decisione della direzione gara. “Questa decisione non fa bene al nostro sport”, ha dichiarato il tedesco

Topics

Grande delusione e grande amarezza per Sebastian Vettel. Non potrebbe essere altrimenti, dopo essersi visto portar via la vittoria da una decisione assurda dei giudici di gara.

Sono incazzato perché Hamilton aveva un passo gara più veloce, ma noi abbiamo tagliato per primi il traguardo”, ha dichiarato nel post gara Sebastian Vettel.

Stavo cercando di sopravvivere e di tenere la macchina in pista, ho dovuto riprendere il controllo della macchina, non avrei potuto fare niente di diverso. Sono finito sull’erba, le gomme erano sporche, ho avuto la fortuna di non girarmi. Non sapevo dove fosse Hamilton, in quel momento era già difficile per me riprendere il controllo della Ferrari.

Ho lottato con il coltello tra i denti per tutta la gara. In questo momento non penso al titolo, so solo che noi meritavamo di vincere, questo è anche il parere del pubblico. Questa decisione non fa bene al nostro sport, si è trattato solo di una manovra regolare in pista”.

Sebastian Vettel ha anche chiarito che non bisogna contestare Lewis Hamilton, ma unicamente la decisione dei direttori di gara: “La gente non deve contestare Lewis, ma deve contestare la decisione assurda di penalizzarmi. Hamilton era più veloce, ma siamo riusciti comunque a restare davanti. La penalità? Bisogna chiedere al pubblico cosa ne pensa di quella manovra. Lewis ha dimostrato comunque di avere grande rispetto”.

Quel che pesa ancor di più, è che ieri la FIA ha deciso non solo di ammazzare la gara, ma probabilmente tutto il mondiale in generale. Una vittoria della Ferrari avrebbe riaperto un po’ di competizione quantomeno nella classifica piloti. E invece la Federazione ha scelto di dare un’altra vittoria a Lewis Hamilton, vittoria che certamente ieri non meritava e di cui non aveva nemmeno bisogno. Così, la direzione gara ha preferito chiudere ogni possibilità di riaprire questo mondiale, saldamente nelle mani di Lewis Hamilton. Anche perché sembra essersi già spento il duello fra i due piloti Mercedes, con un Valtteri Bottas che sembra essere tornato quello degli scorsi anni.

Topics
Pubblicità

Luca Brambilla

Mi chiamo Luca, ho 20 anni, e sono uno studente universitario. La Formula 1 è da sempre una delle mie più grandi passioni e non mi perdo un weekend di gara dai tempi di Michael Schumacher. Sono tifoso della Ferrari, così come nel calcio sono tifoso dell'Inter, e penso che il tifo sia qualcosa di imprescindibile per appassionarsi davvero ad uno sport. Massima oggettività però ovviamente nel momento in cui scrivo articoli. Una delle mie ambizioni più grandi è quella di diventare giornalista sportivo per poter seguire sempre da vicino la Formula 1 e poter esserne parte io stesso.

Altri articoli interessanti

Back to top button