DichiarazioniFormula 1

Domenicali: “La Sprint? Un grande passo per la Formula 1”

L’imolese è tornato a parlare della Qualifica Sprint tessendone le lodi, ma riconoscendo che non potrà essere un format onnipresente in calendario

Una Sprint che entusiasma, almeno stando a quanto dice Stefano Domenicali. Il boss della Formula 1 si prospetta al futuro pensando a come poterla predisporre già a partire dalla prossima stagione

A detta di Stefano Domenicali il debutto della Sprint al GP di Gran Bretagna è stato un vero e proprio successo. Dopo Silverstone ci si prepara quindi ai prossimi appuntamenti in calendario in cui verrà disputata – vale a dire Monza e Interlagos (su cui, in realtà, alleggia ancora dell’incertezza). Ma c’è di più. Il boss della Formula 1 guarda oltre al 2021 riflettendo anticipatamente su come e quando organizzare tale format in futuro.

PROGRAMMI IMMEDIATI

“Prima di tutto, parlando della Sprint l’idea era quella di offrire qualcosa di nuovo e di diverso a tutte le parti interessate. Avevamo detto che volevamo proporre tre test. Uno (già compiuto) a Silverstone, uno a Monza; e uno al termine della stagione in Brasile. Completato il quadro dovremo avere un piano per organizzare i passi successivi, le parole di Domenicali riportate da Autosport.com.

Per la prima vota l’imolese ha così confermato l’idea di disputare la terza Qualifica Sprint a Interlagos; nonostante la calendarizzazione della seconda parte del campionato sia ancora messa in dubbio dalla situazione pandemica globale. Il numero uno del Circus ha colto l’occasione per parlare pure del consenso raccolto dalla novità: “Posso già dire che, dopo il primo evento, il responso da parte di piloti, team e media è stato positivo”.

“Le persone venute in pista al venerdì erano già concentrate per le prime qualifiche. Per questo l’esito è stato favorevole. Ed è una cosa fantastica perché ha attirato l’attenzione, l’interesse [ndr. del pubblico] in tivù e di nuovi partner. Come avvenuto, per esempio, per Crypto.com. Di conseguenza abbiamo visto la nostra influenza finanziare crescere”.

PROSSIMAMENTE

La Sprint non dovrà essere un appuntamento fisso, visto che comunque durante la stagione sono presenti tappe che poco di adattano al format. “Abbiamo già un piano, che stiamo continuando a sviluppare e che stiamo mettendo a punto seguendo i commenti che abbiamo ricevuto. L’ipotesi è quella di creare delle agende particolari per alcuni GP storici, e di istituire dei premi speciali”, così ha spiegato l’ex TP Ferrari. Concludendo: “Alla fine dei tre eventi, siamo pronti a portare avanti una proposta che possa rivelarsi un grande passo e un futuro differente per la Formula 1.

Silvia Quaresima

Il mio amore per la Formula 1 é sempre stato lì con me, fin da quando ho ricordo delle vittorie di Michael in rosso. Ma con il tempo è cresciuto così tanto che ora c’è voglia di esserne parte e di raccontarla.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.