DichiarazioniFormula 1

Gasly: “Possiamo andare a podio nelle gare che mancano”

Il francese dell’AlphaTauri vede delle opportunità di centrare un piazzamento a podio nel corso della seconda parte del campionato

Dopo un carambolesco Gran Premio d’Ungheria Pierre Gasly guarda con ottimismo alla seconda parte del campionato

Una gara non banale quella corsa da Pierre Gasly sul circuito dell’Hungaroring. Il nativo di Rouen, dopo aver schivato le auto che arrivavano da tutte le parti nella carambola iniziale innescata da Valtteri Bottas, ha costruito la sua rimonta giro dopo giro. È tornato in quella quinta posizione che occupava al momento della partenza e ha anche impreziosito la propria prestazione con il giro veloce.

Un aiuto che certamente avrà fatto piacere a Max Verstappen, all’interno di una lotta iridata così equilibrata e piena di capovolgimenti di fronte. Ogni punto può essere decisivo, e chissà che l’assist di Gasly possa rivelarsi nel prosieguo del campionato più importante di quanto ci può sembrare in questo momento.

Ma Gasly pensa soprattutto a sè stesso, e al suo team. Ha già conquistato un podio e non esclude di andarne a prendere degli altri nella seconda parte della stagione. In un rush finale in cui il suo contributo, insieme a quello di Yuki Tsunoda, sarà fondamentale per AlphaTauri per mettere il muso davanti ad Alpine ed Aston Martin nella lotta che vale il quinto posto nella classifica costruttori.

IL COMMENTO ALLE SANZIONI SU BOTTAS

“Già diverse volte in questa stagione abbiamo avuto l’opportunità di salire sul podio. A Baku, a dire il vero, ce l’abbiamo anche fatta, sfruttando al meglio la situazione. Potevamo farcela anche in Ungheria, ma purtroppo non siamo stati molto fortunati. A volte le cose non vanno per il verso giusto”, ha detto il pilota transalpino ad Autosport.

“Quando fai una buona qualifica pensi di essere al riparo dai soliti inconvenienti che possono capitare durante la partenza. Ma queste sono le gare, le condizioni non erano facili. Un errore puà capitare a tutti. Ho sbagliato anch’io in passato, avrà sbagliato Lewis, e questa volta è capitato a Valtteri. Ma quando un errore finisce col rovinare la gara di altri quattro o cinque piloti è giusto che vengano prese delle sanzioni“, ha continuato Gasly, commentando l’incidente dell’Hungaroring.

“In ogni caso, voglio restare fiducioso e pensare positivo. Abbiamo una buona macchina e ci stiamo già togliendo delle buone soddisfazioni. In questa stagione abbiamo visto già diverse gare pazze, e non è escluso che possano essercene delle altre, la Formula 1 è sempre imprevedibile. Se riusciremo a farci trovare pronti quando si preenteranno delle opportunità penso che avremo delle altre opportunità per salire sul podio nelle gare che mancano“, ha concluso il pilota francese.

Danilo Tabbone

Mi chiamo Danilo, ho 20 anni, vengo dalla Sicilia e studio all'Università di Palermo. La Formula 1 è la mia più grande passione, la seguo da quando ero bambino, e le emozioni che mi suscita sono parte integrante della mia personalità. Dal 2020 scrivo per F1world.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.