Formula 1Test BarcellonaTest Formula 1

Continua la preparazione di Alonso con Renault per il 2021

Secondo un’indiscrezione l’asturiano effettuerà un doppio test con il team di Enstone in ottica della prossima stagione. La sua voglia di progredire è tangibile

Prosegue a ritmo incalzante la preparazione di Fernando Alonso con la Renault per il ritorno dell’asturiano in Formula 1 nel 2021

Dopo il test al simulatore effettuato a Enstone e la costruzione del sedile, in Renault si procede al prossimo step per la preparazione di Alonso in ottica 2021. L’intenzione è quella di effettuare un test a Barcellona la prossima settimana. Il giorno designato è martedì 13 ottobre. Se finalmente ciò si concretizzerà, sarà un ulteriore passo in avanti verso la prossima stagione. Uno step particolarmente interessante considerando che il prossimo anno ci saranno soltanto tre giorni di test pre stagionali invernali.

Né Alonso e né la Renault hanno confermato la partecipazione a tale test per la preparazione in vista del 2021. Tale indiscrezione l’ha comunicata Albert Fàbrega a Movistar durante il programma “Vamos sobre Ruedas” spiegando che dovrebbe essere un doppio test. Il tutto dovrebbe essere così strutturato: il filming day con 100 chilometri da effettuare al volante dell’attuale RS20  e testare la RS18 di due anni fa. In entrambi i casi sarà obbligatorio utilizzare gli “pneumatici demo” previsti per questa tipologia di test.

LA VOGLIA DI PROGREDIRE DELL’ ASTURIANO E’ TANGIBILE

L’obiettivo del filming day è quello di far entrare in contatto Alonso con la Renault attuale, in modo da rendersi conto come funzionerà la monoposto che guiderà il prossimo anno, visto che le evoluzioni saranno infatti limitate.  Così l’asturiano potrà inoltre confrontare le informazioni raccolte al simulatore. Testando la RS18 di due anni fa, invece l’obiettivo è quello di far riscoprire al due volte campione del mondo le sensazioni a bordo di una Formula 1. In tal caso però non avrà alcuna limitazione chilometrica.

Per la preparazione in ottica del 2021 la Renault aveva già escluso che Alonso potesse partecipare a una qualsiasi prima sessione di libere quest’anno. Perciò il team di Enstone aveva già richiesto alla FIA che lo spagnolo potesse mettersi al volante effettuando i test dopo il Gran Premio di Abu Dhabi. Ha dovuto richiedere tale deroga alla FIA, perché solitamente si tratta di test riservati ai giovani piloti. La voglia di progredire dell’asturiano è tangibile, infatti in casa si è fatto installare un “garage remoto” per seguire in diretta quanto accade in pista durante le gare, proprio come se fosse sul posto.

Barcellona sarebbe lo scenario migliore per effettuare tali test, in quanto avendo le informazioni inerenti alla telemetria dei test pre-stagionali della RS20 potrebbero confrontarli con molti altri parametri. Tra questi però non potranno confrontare i tempi, che varieranno notevolmente a causa delle “mescole demo” e delle possibili variazioni di temperatura. Inoltre è anche un posto che lo stesso Alonso conosce bene e che ha tutti i tipi di curve.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio