DichiarazioniFormula 1

Budkowski: “Ci sono stati colloqui con potenziali concorrenti”

Il direttore esecutivo di Alpine dichiara di aver parlato con parti che hanno manifestato interesse a entrare in Formula 1

Marcin Budkowski e Alpine, tra anonimato e colloqui: il polacco afferma, senza sbilanciarsi, che ci potrebbero essere new entry nel Circus

Attualmente, Alpine è l’unico team in griglia che usufruisce del motore Renault. Ma la situazione potrebbe cambiare. A discutere della questione è Marcin Budkowski, direttore esecutivo della scuderia transalpina, che ha affermato di aver avuto colloqui con parti interessate ad entrare in Formula 1. Il polacco non si è sbilanciato, anzi, è rimasto piuttosto vago. Tuttavia, Budkowski ha dichiarato disponibilità da parte di Alpine in favore di un eventuale supporto per un nuovo team. 

A The Race, parla Budkowski: “Ci sono persone interessate a entrare in questo sport. Alcuni di loro si sono resi pubblici. Altri, invece, non hanno cercato pubblicità o notorietà. Ci sono molte persone interessate alla Formula 1 perché è un grande sport. Inoltre, si spera che Formula 1 diventerà un’attività sostenibile e redditizia, con un tetto di costi e un fondo monetario più ampio”. 

Quindi, ripeto, c’è un sempre più progressivo interesse per questo settore. Posso dire che abbiamo parlato con i potenziali concorrenti, con potenziali nuovi team. Ci sono stati dei colloqui. Al momento, però, non abbiamo davvero ricavato qualcosa in termini di new entry“, prosegue Budkowski. 

PIENO (EVENTUALE) SUPPORTO DA PARTE DI ALPINE

Come è noto, non è semplice per un nuovo team entrare in Formula 1. Per farlo, serve sia un’ottima materia prima che una cospicua somma di denaro. Budkowski riflette su questa eventualità, offrendo il supporto di Alpine: “Ovviamente, per un nuovo team non è così facile. La FIA deve aprire una valutazione e poi deve essere svolto un processo di esame”. 

Se, però, ci fosse un buon progetto da realizzare con finanziamenti adeguati e un approccio adatto e intelligente al fine di costruire una nuova squadra, allora siamo aperti alla discussione. Sicuramente prenderemo in considerazione l’idea di supportare tale operazione con un motore o una fornitura di propulsori”, afferma Budkowski per concludere. 

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.