DichiarazioniFormula 1

Brown: “Nel 2021 potremmo avvicinarci alla Mercedes”

Il CEO di Woking, consapevole dei rischi provocati dal passaggio a un nuovo costruttore, si mostra cauto sugli obiettivi futuri

Il dirigente della scuderia inglese, forte della nuova partnership con la Mercedes, nonostante la cautela, attende una stagione sulla scia dello scorso anno

Zak Brown prevede un buon anno per la McLaren, team che nel 2020 ha conquistato il terzo posto nella classifica costruttori. Il CEO crede che la sua scuderia, grazie alla ritrovata potenza fornita dai propulsori Mercedes, possa raggiungere prestazioni molto simili ai campioni del mondo. Tuttavia, l’americano non si sbilancia con un pronostico per il 2021, anche causa della grande incertezza della Classe Regina.

Brown si aspetta un’altra lotta molto serrata nel midfield, come quella che ha regalato a Woking il ritorno tra i grandi. “Penso che il 2021 sarà molto simile al 2020. Tutte le scuderie dal terzo al settimo posto sono state, almeno in una gara, più veloci di tutte dopo Mercedes e Red Bull. Quindi credo che anche la prossima sarà una stagione incredibilmente competitiva, ha detto Brown in una dichiarazione all’agenzia di stampa cinese Xinhua.

Il boss della McLaren non ha nascosto tutta la fiducia del team su un possibile avvicinamento alla Mercedes. “Potremmo essere più vicini alla Mercedes di quanto immaginiamo. In quale posizione concluderemo il campionato? Chissà, ma sono fiducioso, ha aggiunto.

BROWN, NONOSTANTE LA FIDUCIA, TEME LE CONSEGUENZE DEL CAMBIO

La McLaren affronterà il cambio di power unit con una limitazione imposta dal regolamento. A Woking, infatti, avranno solamente tre giorni, nel corso della preseason, per testare il motore Mercedes. Per questo motivo, Brown ha avvertito, dei rischi di questo cambiamento, tifosi e analisti. “Ogni volta che effettui una modifica sostanziale – ha affermato –, corri il rischio di avere problemi di affidabilità e installazione. Siamo entusiasti ma anche nervosi perché affronteremo la stagione con una preparazione minima. Non è l’ideale, ma ci sentiamo preparati”.

Infine, Brown ha commentato anche la situazione motoristica della Formula 1. “Penso che il Circus stia ancora discutendo. Il futuro sarà elettrico? Ibrido? All’idrogeno? La Formula 1 continuerà a evolversi insieme al mondo. Non sono preoccupato, il nostro sport non sarà obsoleto tra un decennio, perché la Formula 1 si muove secondo i tempi”, ha detto Brown per chiudere.

Amedeo Barbagallo

Catania, 2001. Studio Filosofia e curo un Blog. Collaboro con F1world. Sono l'autore del libro "I ragazzi che salvarono il mondo", Santelli Editore.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.