DichiarazioniFormula 1

Aston Martin: avversari temibili all’orizzonte

Dopo il quarto posto nel 2020, il direttore operativo della ex Racing Point ha ammesso di aspettarsi una stagione molto combattuta

Un quarto posto nella passata stagione e tante aspettative per quella che si avvicina. L’obiettivo della Aston Martin è ora il podio costruttori

La ex Racing Point ha fatto certamente parlare di sé lo scorso anno, soprattutto per il suo coinvolgimento nella tanto commentata storia dei condotti dei freni illegali, copiati dai campioni della Mercedes. Episodio che è costato abbastanza caro alla scuderia inglese (una penalità di 15 punti e una multa nell’ordine delle centinaia di migliaia di euro), ma non troppo da impedire che questa si qualificasse tra i primi quattro team migliori nella classifica costruttori.

Ma le belle parole per il team di Lawrence Stroll sono state spese anche per gli incredibili progressi in pista e il livello delle performance tenuto durante tutto l’anno. E quest’anno, la posta in palio è ancora più alta: la squadra, con una nuova veste, un nuovo nome e la new entry di Sebastian Vettel, punta al terzo gradino del podio, e sa di avere tutte le carte in regola per riuscirci. Che la vittoria allo scorso GP di Sakhir sia solo l’inizio di un percorso vincente?

ASTON MARTIN: SFIDA GLI AVVERSARI E PUNTA AL TERZO POSTO

Otmar Szafnauer, direttore operativo del team britannico, ha ammesso che però non sarà un compito così facile, soprattutto visti i passi da gigante della McLaren e i possibili miglioramenti della Ferrari: “Sarà il nostro obiettivo“, ha dichiarato a Sky Sports, “Ma non credo che sarà facile; abbiamo dei formidabili avversari. La Ferrari, di sicuro, lavorerà sodo durante l’inverno per fare meglio di quanto ha fatto l’anno scorso. La McLaren ha un nuovo propulsore (Mercedes, ndr), lo stesso che abbiamo noi, e sono sicuro che lo abbiano fatto per motivi di competitività. E ci sono anche cambiamenti relativi ai piloti, quindi vedremo come andrà a finire tutto questo”. 

Per quanto riguarda l’auto del 2021, Szafnauer ha affermato che l’Aston Martin ha lavorato duramente per cercare di recuperare il carico aerodinamico. Quest’anno le squadre hanno infatti tre nuove regole da seguire nella realizzazione dei loro progetti che riguardano i bordi del fondo della vettura, i condotti dei freni posteriori e il diffusore. Come riporta Planetf1.com, le regole sono state modificate per ridurre il carico aerodinamico per il timore che le gomme Pirelli di quest’anno non sarebbero state in grado di far fronte a una maggiore deportanza. Szafnauer ha commentato in merito: “Hanno tolto grossi pezzi del fondo per farci perdere carico aerodinamico e, a seconda di come le squadre recupereranno quel carico aerodinamico, questo avrà un grande impatto“.

Erika Mauri

Metà brianzola e metà romana, sono laureata in Lingue e attualmente studentessa magistrale di Linguistica applicata nella capitale; da sempre amo scrivere e lavorare con la lingua italiana in tutte le sue forme. Mi definisco una persona dinamica, intraprendente, coraggiosa e amante delle sfide, faccio della mia capacità organizzativa e del problem solving due delle mie qualità migliori, insieme alla facilità di collaborare con altri in gruppo e a un pizzico di anticonformismo. Amo viaggiare e sono appassionata di tecnologia, cinema, musica, lettura e, ovviamente, di Formula 1.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.