DichiarazioniFormula 1

Brawn: “Nel 2022 potremo avere una griglia irregolare”

Secondo l’ingegnere inglese il cambio regolamentare potrebbe creare delle disparità in griglia

Gare più belle, ma differenze tra team più marcate. Sembra strano, ma la Formula 1 del 2022 potrebbe essere così

Il direttore tecnico della Formula 1, Ross Brawn, ritiene che l’anno prossimo, durante la prima stagione della nuova era con l’effetto suolo, potrebbero esserci grosse disparità sulla griglia. E’ inevitabile che sia cosi a seguito di un imponente cambio di regolamento: è stato così nel 2009 col dominio proprio della Brown ed è stato così anche nel 2014 con la superiorità della Mercedes che dura ancora adesso.

Tuttavia il cambio regolamentare era necessario perchè con le macchine attuali è davvero troppo difficile seguire chi precede a distanza ravvicinata. Brawn sostiene che il 2021 sarà una stagione molto interessante, poiché le differenze tra team stanno diventando sempre minori. L’inglese è consapevole che questa parità potrebbe scomparire già nel 2022, con la modifica delle normative. Allo stesso tempo assicura che con le nuove auto non ci saranno così tanti problemi a viaggiare nell’aria sporca delle auto davanti garantendo battaglie più avvincenti.

SARA’ PIU’ FACILE ASSISTERE A BAGARRE IN PISTA

“Sì, penso che potremmo vedere una griglia irregolare nel 2022. Stiamo vivendo un anno difficile, ma con queste vetture è molto difficile seguire il pilota che precede nell’aria sporca. Con il cambio di regolamento potremmo fare un passo indietro in termini di parità in griglia, ma penso che vivremo grandi gare nei prossimi anni”, ha spiegato Brawn in un’intervista rilasciata per la fondazione The Muscle Help.

PIU’ TEST PER ADATTARSI ALLE NUOVE MACCHINE

D’altra parte, Ross Brawn riconosce l’importanza dei test pre-stagionali, ridotto per quest’anno a solo tre misere giornate. Nel 2022 a musica potrebbe cambiare. pare infatti siano iniziati i colloqui per tornare alle due sessioni di test in inverno. Liberty Media vuole dare alle squadre il tempo di capire bene le nuove vetture e ai piloti di adattarsi ad esse, specialmente quelli che cambiano team, che oltre alla macchina devono adattarsi al nuovo ambiente.

“Penso che entro il 2022 avremo una preseason o una serie di test più lunga. Con la modifica del regolamento e le nuove macchine, vogliamo dare alle scuderie il tempo di capire e adattarsi. Pertanto, stiamo pensando di fare almeno due test pre-campionato. I piloti che cambiano squadra avranno più tempo così come i team, che avranno più giorni per capire bene il funzionamento delle loro macchine”, ha spiegato Ross Brawn.

Gabriele Gramigna

Mi chiamo Gabriele, sono un ragazzo molisano e studio chimica all'università di Padova. Dal 2018 scrivo per F1World, cercando di trasmettere la mia passione per la Formula 1 in tutti i miei articoli.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.