DichiarazioniFormula 1

Brawn: “Mercedes restituirà a Red Bull quanto fatto ad Austin”

Il direttore sportivo dopo la vittoria del team austriaco ad Austin, avverte sul ritorno alla vittoria della team rivale nelle prossime due gare

Ross Brawn è certo che la sfida per il titolo sarà ancora lunga, e si aspetta Mercedes vincente in Messico e Brasile, laddove Red Bull è favorita

La stagione 2021 si sta avviando alla sua conclusione, con cinque gare da disputare. La contesa dei titoli iridati piloti e costruttori, tra Red Bull e Mercedes e Max Verstappen e Lewis Hamilton è più viva che mai, per quanto abbiamo visto fin dalla prima gara della stagione. Ross Brawn, direttore sportivo della Formula 1, assicura che l’assegnazione del titolo 2021, non arriverà a breve. Alla vigilia del GP degli Stati Uniti ad Austin, Brawn ricorda che l’obiettivo principale della Red Bull era di minimizzare i danni nei confronti della Mercedes, consapevoli che la pista texana sia sulla carta favorevole alle rivali. Tuttavia, le premesse iniziali non si sono poi rivelate, con la vittoria di Max Verstappen.

Red Bull sicuramente non dormirà sonni tranquilli, in quanto le prossime due gare, Messico e Brasile, su piste favorite al team, Mercedes potrebbe restituirgli quanto accaduto ad Austin.

“Ho parlato con Red Bull, consideravano Austin come pista Mercedes, tant’è che la loro intenzione era minimizzare i danni. Alla fine, il caso ha rivelato diversamente, anche se la sfida è stata serrata, come tra l’altro è stato durante gran parte dell’anno. Forse vedremo il contrario in Messico e Brasile, piste più favorite alla Red Bull. Questo mondiale ne avrà ancora per molto,” ha commentato Brawn sul sito ufficiale della Formula 1.

ROSS: “LEWIS E MAX NON HANNO COMMESSO ERRORI”

Ross Brawn sostiene che la gara di domenica scorsa è stata molto strategica, nessuno poteva perdere il filo sulle distanze tra ogni pilota. L’ingegnere britannico, non aveva la minima idea su chi avrebbe vinto, perlomeno fino all’ultimo giro. Lewis Hamilton e Max Verstappen hanno guidato al limite e senza commettere alcun errore, cosa alquanto difficile su una pista come quella di Austin.

È stata una gara che non permetteva di allontanarsi dallo schermo. In ogni momento, facevo altro che controllare le distanze e le strategie, per vedere come si sarebbe sviluppata la gara. Non era chiaro su chi avrebbe potuto vincere, Lewis e Max non hanno commesso errori ed è una cosa fantastica. Ci sono due piloti che corrono in modo immacolato, senza nessun errore significativa da ambo i lati,” ha sottolineato Brawn.

Il Circuit of the Americas, è una pista difficile e l’organizzazione ha svolto un ottimo lavoro nel sistemare alcuni punti. Tuttavia è rimasto impegnativo e dove è molto facile commettere errori”.

IL 66ENNE: “VERSTAPPEN È STATO IMPRESSIONANTE”

Infine, Ross Brawn applaude il gran lavoro fatto da Verstappen nel corso della gara. Il direttore sportivo della Formula 1, sottolinea la capacità di non crollare, dopo aver perso la leadership subito dopo la partenza. Anzi, è riuscito a mettere sotto pressione Hamilton, e far funzionare una strategia, tanto aggressiva quanto efficace della Red Bull.

Max è stato capace di giocare con la pressione di Lewis, nel corso di tutta la gara. Non ha mai perso la distanza da lui nei primi giri, quando alla partenza perse la leadership. Dopodiché ha saputo gestire tutto molto bene. La gestione dei pneumatici è stata molto buona, senza commettere alcun errore durante i 56 giri. È stato impressionante,” ha così dichiarato l’ex direttore tecnico di Ferrari e Benetton, prima di concludere.

Giorgia Meneghetti

Mi chiamo Giorgia, nata nel 1986, e residente a Fermo nelle Marche. Diplomata in Perito del Turismo, e con ottime conoscenze di lingue straniere: Inglese, Francese, Spagnolo. La Formula 1 è una delle mie più grandi passioni, che seguo dal 1998. I suoi protagonisti: piloti, monoposto, team mi hanno letteralmente stregata, tanto da spingermi a scrivere, raccontarla e viverla attivamente, sognando e sperando di poter un giorno incontrarli, e diventarne parte, e magari un lavoro.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.