Formula 1Gran Premio Ungheria

Brawn: “La Ferrari ha disperato bisogno della prima vittoria stagionale”

Secondo Brawn, la prima vittoria del 2019 aiuterebbe il morale della Ferrari per il prosieguo del campionato

Il fantasma di una stagione senza vittorie come nel 2016 e nel 2014 aleggia sempre più impietosamente sull’annata della Ferrari, che dopo 12 gare vede ancora la Rossa a secco di successi. Nelle tre occasioni in cui una Ferrari ha avuto la seria chance di ottenere la vittoria, c’è sempre stato un inconveniente – di diversa natura – che ha fatto tornare a casa il team con le pive nel sacco. Dopo il guasto tecnico che ha tarpato le ali a Charles Leclerc in Bahrain, la SF90 era tornata ad esibire prestazioni di riferimento in Canada, con Vettel autore di una prestazione maiuscola. Ma la severità dei giudici nell’attenersi al regolamento in materia di rientro in pista ha portato all’applicazione dei fatidici 5 secondi aggiuntivi sul tempo del tedesco, negandogli una vittoria meritata, visto il modo in cui aveva gestito la pressione esercitata da Hamilton dietro di lui.

L’ultima beffa è arrivata sulle montagne di Zeltweg un mese fa, con Charles Leclerc sempre leader prima di finire vittima di un arrembante Verstappen, che si è fatto largo a spallate prendendosi lui la gioia di vincere in un circuito gremito di fans vestiti di arancione, arrivati apposta per sostenerlo.

Secondo Ross Brawn, è proprio la prima vittoria ciò di cui la Ferrari ha bisogno per invertire la tendenza del 2019, alleviando un po’ di pressione dalle aspettative. Brawn ha fatto una disamina della prestazione della Ferrari in Ungheria e nelle altre 11 corse della prima metà del campionato: “Sapevamo che in Ungheria le Rosse avrebbero sofferto, ma non mi aspettavo che accusassero un gap del genere. Specialmente in gara, la differenza di rendimento rispetto ai primi era elevata”.

“Nel terzo settore, la Ferrari era veramente indietro rispetto a Mercedes e Red Bull, ed era lì che conta il downforce. Credo che la pausa estiva arrivi nel momento giusto per la Ferrari, perché sappiamo tutti che la pressione sale alle stelle quando non vincono”.

“Hanno disperato bisogno di conquistare la prima vittoria dell’anno. Non tanto per le loro aspirazioni di campionato, ormai compromesse, ma per beneficiare di una sorta di boost al loro morale. Almeno, vincendo la Ferrari si dimostrerebbe un serio contender, un’aspettativa che tutti ripongono su di loro”.

La conformazione a basso carico delle prossime due piste potrebbe aiutare le Rosse, secondo Brawn: “A Spa e Monza il pacchetto aerodinamico della Ferrari dovrebbe funzionare bene. Credo che in entrambe le piste Sebastian e Charles potranno giocarsi la vittoria.

Luca De Franceschi

Sono Luca, studio Lettere e seguo la Formula 1 da una decina d'anni. Mi sono appassionato a questo sport durante l'era dei successi di Michael Schumacher con la Ferrari, per poi assistere alle prime vittorie di Fernando Alonso, Lewis Hamilton e Sebastian Vettel. A casa ho diversi DVD sulla storia di questo sport, che mi hanno fatto conoscere i piloti e le auto del passato. Ho anche la passione dei kart, sui quali ogni tanto vado a girare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio