Formula 1

Binotto: “Siamo pronti a supportare la F1 e la FIA”

Il Team Principal della Scuderia Ferrari, si dice pronto a supportare l’idea di F1, FIA e degli altri team, sul posticipare i regolamenti 2021

Mattia Binotto, Team Principal della Ferrari afferma che il team prenderà in considerazione gli interessi della F1 nel suo insieme quando esprimerà la sua opinione sul possibile rinvio dell’entrata in vigore del regolamento 2021.

La crisi del coronavirus ha gravemente interrotto il calendario della F1, e anche le attività dei team, tra cui quello di Mattia Binotto, con l’apertura di tre mesi della stagione letteralmente spazzata via da cancellazioni e rinvii. La potenziale perdita di entrate per la F1 e per i suoi team potrebbe devastare le finanze dei team di centrocampo in una stagione in cui tutti sono pronti a lanciare programmi di doppio sviluppo associati all’attuale stagione.

Il rinvio di un anno dell’introduzione del regolamento del 2021 contribuirebbe ad alleviare l’onere finanziario delle squadre più piccole. In una recente intervista con la Formula 1 e i team, la Ferrari ha richiesto più tempo per prendere in considerazione la proposta, ma tutti i segnali indicano che la Scuderia è in linea con l’idea:

“Avremo una teleconferenza con tutti gli altri team, F1 e FIA ​​per discutere della situazione e dell’impatto che avrà non solo su questa stagione ma anche su quella successiva. Dobbiamo valutare attentamente ogni aspetto e vedere se non è davvero il caso di pensare a posporre eventualmente l’introduzione delle nuove regole tecniche per il 2021. In ogni caso, la Ferrari è pronta ad assumersi la responsabilità di una scelta che deve essere fatta nel massimo interesse di questo sport, non è certo il momento dell’egoismo e della tattica”.

IL BLOCCO DEGLI STABILIMENTI

Dopo che il rigoroso blocco in Italia è stato implementato due settimane fa, le fabbriche Ferrari sono state chiuse. Ma la Scuderia ha iniziato ufficialmente giovedì la “pausa primaverile” di tre settimane obbligatoria che sostituisce la chiusura della prossima estate.

Tuttavia, il programma delle gare in corso per la F1 rimane in sospeso per tutti, come ammette il Team Principal Ferrari:  “Ovviamente è tutto in sospeso. Prima dell’arresto, abbiamo cercato di ricalibrare i programmi di sviluppo sulla base di varie ipotesi di calendario ma, ovviamente, dobbiamo aspettare l’evoluzione della diffusione del coronavirus nel mondo e i suoi effetti sulla ripresa delle attività“.

“Solo quando avremo un quadro più preciso saremo in grado di capire cosa saremo in grado di portare in pista nel primo Grand Prix della stagione. Dobbiamo capire come si svilupperà la situazione, ma speriamo di poter tornare al più presto possibile, una volta che le condizioni saranno giuste. Da parte nostra, siamo pronti a supportare la F1 e la FIA in questa delicata fase”.

Pubblicità

Ruggiero Dambra

Mi chiamo Ruggiero e sono un ragazzo pugliese di 23 anni, studente di giurisprudenza (presso l'Università degli Studi di Bari) e appassionato di Formula 1 fin da bambino. La mia "carriera" come editore inizia nel 2013 con la creazione di un piccolo blog dedicato inizialmente alla cronaca, per poi occuparsi di motorsport. Successivamente ho scritto per diversi siti riguardanti la F1, fino ad iniziare la mia avventura con F1world nel settembre 2018. Quando mi chiedono chi vincerà il mondiale secondo me, io rispondo: "Il migliore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button