Curiosità dalla F1Formula 1

Ben Hodgkinson va in Red Bull: Mercedes perde uno degli uomini di punta

Terminato il periodo di gardening, l’ingegnere inglese lascerà la scuderia tedesca dopo un ventennio al suo servizio

Dopo essersi dati battaglia per oltre otto mesi, su 22 tracciati differenti, la sfida Red Bull-Mercedes prosegue anche a motori spenti

Almeno questa volta non c’entra il titolo di Max Verstappen e la gestione Masi del GP di Abu Dhabi. Il team di Milton Keynes e quello di Brackley hanno reso di aver raggiunto un accordo per il trasferimento di Ben Hodgkinson in Red Bull. L’ingaggio dell’ingegnere inglese, uno dei motoristi di punta della Casa di Stoccarda, era stato già annunciato lo scorso aprile ma, a seguito del crescente antagonismo tra Mercedes e Red Bull, era stato bloccato.

Il team austriaco e quello tedesco, quindi, hanno firmato una tregua momentanea. Ben Hodgkinson potrà iniziare a lavorare attivamente a Milton Keynes a partire da martedì 24 maggio col ruolo di Direttore Tecnico di Red Bull Powertrains, il nuovo reparto motori realizzato dalla scuderia austriaca per sopperire al ritiro di Honda e continuare a portare avanti lo sviluppo delle power unit, anche grazie al distaccamento di alcuni ingegneri del motorista nipponico.

HODGKINSON LASCIA MERCEDES DOPO 20 ANNI

Terminato il periodo di gardening, l’ingegnere inglese lascerà la scuderia tedesca dopo un ventennio al suo servizio, gli ultimi quattro dei quali trascorsi in qualità di responsabile del reparto motori.
Ovviamente Hodgkinson è stato chiamato dalla Red Bull col chiaro obiettivo di lavorare alle power unit che faranno il loro debutto nel 2025, quando proprio l’apparato del motore sarà scosso dall’arrivo di nuovi regolamenti: “In base ai termini dell’accordo, Ben, che si unì alla Mercedes nell’agosto 2001, sarà libero di entrare a far parte della Red Bull Powertrains dal 24 maggio 2022“, si legge nella nota ufficiale rilasciata dal team tedesco.

LA LISTA DELLA SPESA DI RED BULL È LUNGA

Non si può negare che la Mercedes, e lo stesso Toto Wolff, non abbiano preso bene la partenza di uno dei loro motoristi di punta. Ma quello di Hodkgkinson non è stato l’unico nome pesante strappato alle Frecce d’Argento. L’inglese andrà a riunirsi in Red Bull ad altre cinque figure di spicco che hanno deciso di lasciare il team di Brackley per trasferirsi a Milton Keynes.

Oltre al motorista inglese si sono aggiunti in Red Bull anche Steve Blewett che assumerà il ruolo di direttore di produzione del propulsore; Omid Mostaghimi che sarà il nuovo responsabile del reparto elettronico della PU ed ERS; Pip Clode che diventerà il numero uno della progettazione meccanica ERS; Anton Mayo a capo del design dell’unità di potenza ICE e Steve Brodie come nuovo leader del gruppo operazioni ICE.

Nonostante l’effimera tregua, ma con l’inizio del nuovo campionato sempre più incombente, Red Bull e Mercedes sono ben lungi dall’essersi lasciate alle spalle i trascorsi carichi di ostilità, in pista e negli uffici. Questo, forse, è l’unico punto certo dal quale poter ripartire.

Eleonora Ottonello

Mi chiamo Eleonora e sono di Genova. Scrivo per passione, nella vita di tutti i giorni sono un'educatrice cinofila. Non ho paura di dire (forse è meglio dire scrivere) quello che penso. Per me la sincerità e la franchezza sono alla base di ogni rapporto umano. Sono pignola e puntigliosa ma disordinata e pasticciona allo stesso tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.