Formula 1Gran Premio Bahrain

Bahrain: Red Bull pronta al dominio. Ecco le dichiarazioni post prove libere

Max e Checo non si fanno intimorire dagli avversari e aspettano solo di sguinzagliare la belva

Il resoconto delle prove libere

Le sessioni di oggi sembravano essere una continuazione dei test in cui nessuno ha davvero mostrato ciò che ha in serbo per il 2024, che senza dubbio arriverà domani in qualifica.
La giornata è terminata con Max che ha concluso entrambe le sessioni in P6, mentre Checo ha concluso le FP1 in P12 e le FP2 in P10. Nelle dichiarazioni post FP1 e FP2, i piloti Red Bull sembrano comunque certi del loro comando nell’imminente qualifica del Bahrain.

FP1

È stato un inizio cauto per Red Bull che ha utilizzato solo le gomme medie per la sessione.
Dato che le FP1 non erano rappresentative delle condizioni per le qualifiche o per la gara, il team ha deciso di risparmiare le gomme morbide – una delusione per tutti coloro che volevano vedere cosa poteva fare la RB20. Checo ha utilizzato due set di gomme medie e ha effettuato cinque giri di spinta durante la prima ora della stagione. Il suo miglior tempo è stato l’ultimo giro, cosa che non sorprende, visto che è quando la pista ha iniziato a gommarsi. Il suo tempo di 1:33.413 lo ha visto in P3 dietro alle McLaren di Lando Norris e Oscar Piastri, che hanno stabilito i loro tempi con gomme morbide.
Max ha completato quattro giri lanciati durante le FP1, il suo miglior tempo è stato 1:33.238, che lo ha portato in P5 in quel momento, il tempo più veloce ottenuto su una media fino a quando Fernando Alonso non lo ha superato con la sua Aston Martin.
Per concludere la sessione, sia Max che Checo hanno effettuato otto giri ad alto uso di carburante con le gomme medie usate.
Alla bandiera a scacchi Max era sesto e Checo dodicesimo. Daniel Ricciardo è stato il migliore con il tempo di 1:32.869, ottenuto con gomme morbide. Norris P2 e il suo compagno di squadra Piastri ha concluso in terza posizione.

FP2

L’ultima sessione di giovedì è stata molto più in linea con le condizioni di gara e le squadre ne hanno tratto il massimo vantaggio mandando in campo i loro piloti con gomme morbide.
Checo è stato il primo a scendere in pista con la gomma fresca. Ha completato due giri veloci, il suo miglior tempo è stato un 1:31.396, che lo ha portato al terzo posto in quel momento.
Max è entrato in azione dieci minuti dopo l’inizio della sessione e il suo primo giro veloce con la RB20 con gomme morbide lo ha visto fermare il cronometro in 1:31.271, che in quel momento lo ha portato in P4.
Alla bandiera a scacchi, Lewis Hamilton ha dominato la classifica con un 1:30.374, 0.477 secondi più veloce di Max e 0.741 secondi più veloce di Checo. George Russell è arrivato secondo con Fernando Alonso al terzo.

Le dichiarazioni di Verstappen e Perez: Red Bull pronta al dominio Bahrain

“La macchina è perfetta, o quasi. Dobbiamo fare qualche aggiustamento per l’assetto dell’ala anteriore, dobbiamo bilanciarla meglio. Sono state buone prove e domani punterò alla pole dato che credo di rientrare facilmente almeno tra i primi cinque” afferma il campione in carica Verstappen, subito seguito dal compagno: “E’ stata una giornata impegnativa e questa notte sarà importante per gli ultimi ritocchi. Penso che abbiamo fatto progressi ma non tanti quanti pensavamo. Abbiamo consumato troppo le gomme. Credo che sarà da tenere d’occhio il degrado gomma giro per giro domani ma il gapè e piccolo e siamo pronti per domani”.

Domani si svolgerà il primo test della nuova stagione con le qualifiche, ma prima ci sarà l’ultima sessione di prove libere, in programma alle 15:30 (orario di pista).

Valerio Vanazzi

Classe 1999. Laureato in Storia Contemporanea ma anche Perito meccatronico. Appassionato di cinema e motori, nonché grande tifoso McLaren. Da marzo 2022 redattore per F1world.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio