Curiosità dalla F1Formula 1

Audi in Formula 1, il nuovo CEO cambia le carte in tavola

L’azienda tedesca affronta grandi cambiamenti in vista del progetto Formula 1

Il responsabile dello sviluppo Audi, Oliver Hoffmann, lascia l’azienda: potrebbe essere spostato nel team di Formula 1

L’entrata di Audi in Formula 1 si rivela già più complicata del previsto. A soli pochi mesi dalla partenza del CEO Markus Duesmann dall’azienda, colui che era stato tra i principali promotori del progetto Formula 1, anche il responsabile dello sviluppo Oliver Hoffmann lascia Audi.

Secondo il quotidiano tedesco Bild, che ha riportato la notizia, il motivo che avrebbe costretto Hoffmann a lasciare l’azienda sarebbe una divergenza di opinioni con l’attuale CEO, Gernot Dollner. Oltre al fatto che i modelli progettati sotto la sua direzione non hanno avuto il successo sperato, o sono stati più volte rinviati.

Il Consiglio di Sorveglia dell’Audi discuterà la questione, ma sarà il Consiglio di Sorveglianza del gruppo Volkswagen ad avere l’ultima parola, in una riunione prevista a inizio marzo. In particolare, sembrerebbe che Dollner voglia spostare Hoffmann sul progetto Formula 1. Ma poiché l’attuale Sauber ha già un proprio CEO, Andreas Seidl, si sollevano i dubbi su quale potrebbe essere il ruolo di Hoffmann.

AZIONI DELLA SAUBER IN VENDITA?

Audi si accinge ad affrontare una sfida faticosa e potenzialmente dannosa. L’interesse, al momento, è quello di attirare personale di alto livello nel team, ingegneri e potenziali piloti. Ma i dubbi sull’efficacia dell’investimento e sulla rapidità di risalita della griglia sono tutt’altro che incoraggianti. Ciò potrebbe essere dovuto al fatto che si ipotizza che Dollner sia ancora aperto alla vendita delle azioni Sauber. Che permetterebbe ad Audi di uscire dalla questione senza grossi danni finanziari e d’immagine.

Trovare un acquirente, d’altronde, potrebbe non essere così difficile. La Formula 1 è in forte espansione e ci sono molti acquirenti interessati a investire in questo sport. Trovare qualcuno che sia disposto a pagare i presunti 600 milioni di euro che l’Audi avrebbe offerto per acquisire una quota di maggioranza della Sauber, quindi, potrebbe essere più facile del previsto.

Alessia Verde

Di Napoli, classe 2002. Studentessa di Lettere Classiche all'Università Federico II. Innamorata follemente della Rossa. Con la Formula 1 è stato amore a prima vista, e nulla riesce a emozionarmi come fa lei. Ma ciò che mi emoziona di più è potervela raccontare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio