DichiarazioniFormula 1

Alpine accoglie un nuovo Direttore Operativo a Enstone

John Woods sarà il nuovo Direttore Operativo della fabbrica di Enstone: allo stesso modo, Viry si prepara ad accogliere Audrey Vastroux nello stesso ruolo

Il team principal e vice presidente di Alpine, Bruno Famin, illustra i due nuovi incarichi che supervisioneranno il lavoro nelle fabbriche del gruppo Renault

A seguito della partenza dell’ex team principal Otmar Szafnauer, avvenuta la scorsa estate, Alpine ha iniziato un processo di ristrutturazione interna. Inaugurato con la nomina di team principal ad interim di Bruno Famin, vice presidente Alpine per il motorpost, come sostituzione temporanea di Szafnauer. Nomina che poi è stata confermata in modo permanente.

Adesso, Alpine ha creato un nuovo ruolo di Direttore Operativo – COO, Chief Operating Officer – nella struttura di Enstone, che sarà ricoperto da John Woods, ex membro del gruppo Lotus e della McLaren Automotive. Dopo aver lavorato in Lotus per undici anni a partire dal 2005, ricoprendo diversi ruoli, tra cui quello di responsabile della produzione, è passato in McLaren Automotive come capo del lancio del nuovo modello dal 2016 al 2023. Prima di tornare alla Lotus come direttore della produzione lo scorso maggio.

Al contempo, la Renault ha creato una posizione simile presso la propria base a Viry, affidandola a Audrey Vastroux. La nuova Direttrice Operativa fa parte del gruppo Renault da diciotto anni, essendovi entrata nel 2006 come ingegnere nei test motoristi, ricoprendo successivamente anche altri incarichi. Tra cui capo del dipartimento test, capo dell’ufficio di gestione del progetto e direttrice dei test e delle operazioni.

FAMIN: “IL NUOVO DIRETTORE OPERATIVO DI ENSTONE NON E’ UN UOMO DI FORMULA 1”

I due nuovi incaricati supervisioneranno le rispettive strutture, con Enstone attualmente sottoposta a un progetto di espansione. Questo permetterà anche un maggior controllo delle due basi operative del gruppo Renault, specialmente quello impegnato in Formula 1, come specifica Famin. La sua assenza prolungata, dovuta al maggior numero di gare quest’anno, provocherà meno difficoltà proprio grazie al nuovo ruolo di Woods.

La posizione di Direttore Operativo Alpine è in gran parte una posizione di back office.” ha spiegato Famin al riguardo. “E abbiamo davvero bisogno di qualcuno che ne conosca il funzionamento. In questo momento è alla Lotus Cars ed è stato per molto tempo alla McLaren Automotive. E’ decisamente un uomo di fabbrica. Questo è ciò di cui ho bisogno per far funzionare la nostra azienda“.

Abbiamo già un direttore tecnico e Woods non interferirà con il suo lavoro. Il suo ruolo sarà quello di dare al direttore tecnico e al direttore sportivo i mezzi per lavorare, rispettando il budget, i limiti, eccetera. Ed è una persona molto pragmatica. Non è un uomo di Formula 1, ma non abbiamo bisogno di un uomo di Formula 1 per questo incarico. Come ho detto, è un lavoro di back office. E lui ha molta esperienza“.

E per me è volenteroso, non ha paura di apportare modifiche e avrà una nuova visione di ciò che stiamo facendo. Spero che questi due COO di Enstone e Viry siano davvero di grande supporto, sia per me che per tutti sul posto“. ha continuato Famin. “Avere qualcuno con sede stabile a Viry e un altro a Enstone sarà sicuramente di grande aiuto nelle operazioni quotidiane. Ma anche nello sviluppo di miglioramenti nei nostri processi. Con 24 gare all’anno è complicato stare lontani. E’ bello avere qualcuno sul posto.” ha concluso.

 

Alessia Verde

Di Napoli, classe 2002. Studentessa di Lettere Classiche all'Università Federico II. Innamorata follemente della Rossa. Con la Formula 1 è stato amore a prima vista, e nulla riesce a emozionarmi come fa lei. Ma ciò che mi emoziona di più è potervela raccontare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio