DichiarazioniFormula 1

Alonso ha sottovalutato la sfida di tornare in Formula 1

L’asturiano ha spiegato che l’amore per le corse è stata la motivazione principale che l’ha fatto tornare alla corte del Circus, ma ha ancora bisogno di tempo per adattarsi

Fernando Alonso riconosce di aver forse sottovalutato la sfida di tornare in Formula 1, poiché per lui si è rivelata un po’ più difficile di quanto pensasse

Il campione spagnolo credeva che sarebbe stato in grado di adattarsi in tre o quattro gare, invece ha capito di aver bisogno di otto o nove GP. Alonso ammette perciò di aver sottovalutato la sfida di tornare in Formula 1. Ma sottolinea quanto si stia godendo il lavoro che effettua fuoripista, qualcosa per cui ha riscontrato difficoltà in passato. Per lui questa è una sorpresa davvero positiva. “Sinceramente penso che la gioia e l’entusiasmo siano probabilmente maggiori di quanto mi aspettassi. Mi sto godendo ogni giro e la preparazione che sto facendo. Sono piacevoli anche gli incontri inerenti all’assetto della vettura”, ha così dichiarato alla rivista americana Racer.

“Mi divertono persino le cose che una volta ritenevo che fossero la parte peggiore del fine settimana. Ritengo che sia piacevole non solo il tempo che trascorro in pista, ma anche quello che trascorro fuori pista. In quest’ultimo caso mi diverto di più rispetto a quanto mi divertivo in passato. Sono davvero sorpreso da ciò, perché non me l’aspettavo”, ha proseguito. Tuttavia, il due volte campione del mondo riconosce che non si aspettava che gli ci volesse così tanto per ottenere il 100% dalla monoposto. Alonso ritiene perciò che abbia sottovalutato la sfida di tornare in Formula 1.

ALONSO CREDE DI AVER SOTTOVALUTATO LA SFIDA DI TORNARE IN FORMULA 1 DATO CHE HA BISOGNO DI 8/9 GP PER ADATTARSI

“Analizzando il modo di guida e i risultati, forse l’ho trovato un po’ più difficile rispetto a quanto mi aspettassi. Non davo certo per scontato che i risultati sarebbero arrivati ​​automaticamente. Ero consapevole che mi serviva un’accurata preparazione, ore da trascorrere al simulatore e nei test in Bahrain e Abu Dhabi. Sto ancora lottando per sfruttare al massimo il potenziale della vettura”, ha affermato l’asturiano. Fernando Alonso sperava di adattarsi in quattro gare, invece prevede che avrà bisogno di otto o nove GP per poter ottenere il 100% dalla vettura. “Pensavo che in tre o quattro gare sarei stato al 100%. Adesso ho capito che ne vorranno otto o nove”.

Come ha già dichiarato alcune settimane fa, lo spagnolo ritiene che parte delle difficoltà riscontrate al suo ritorno nel Circus siano dovute alla filosofia della squadra. Infatti ha ricordato che anche piloti come Carlos Sainz, Nico Hulkenberg e Daniel Ricciardo hanno avuto bisogno di più tempo per adattarsi. “Penso che sia qualcosa che abbia anche a fare con la filosofia Renault/Alpine. La maggior parte dei piloti che sono approdati qui, nei loro primi anni con il team ha impiegato diverso tempo per adattarsi. Pensiamo di avere qualche idea a riguardo sulla possibile causa”.

L’AMORE PER LE CORSE E’ STATA LA MOTIVAZIONE CHE HA FATTO TORNARE L’ASTURIANO AL CIRCUS

“Ma forse ho soltanto bisogno di più tempo rispetto a quello trascorso da quando ho firmato lo scorso anno per tornare”, ha affermato Alonso, che ha inoltre spiegato che il suo ritorno non è legato al dover dimostrare qualcosa. Semplicemente è tornato perché sentiva l’incessante bisogno di avere un volante tra le mani ogni fine settimana e ha visto nel Circus la migliore opportunità per continuare a gareggiare. “Non si tratta di dimostrare nulla a nessuno. Ero già abbastanza soddisfatto di come si è svolta la mia carriera in Formula 1, ma mi piace molto correre, ha proseguito l’asturiano.

“Quando ero lontano dalla Formula 1 ho riscoperto questa passione e mi sono persino un po’ sorpreso dell’incessante bisogno che avevo di gareggiare. Quando avevo dei fine settimana liberi a casa, infatti preparavo gare di kart o qualcosa del genere perché avevo bisogno di guidare. Quindi, dopo aver terminato la Dakar, ho avuto la possibilità di tornare in Formula 1. L’amore per le corse è stata la motivazione che mi ha portato a tornare nel Circus” ha così concluso Alonso.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.