DichiarazioniFormula 1

Alonso: “Fisichella è stato il mio migliore compagno di squadra”

Il pilota spagnolo ha ripercorso la sua carriera raccontando del suo migliore compagno di squadra, dei suoi idoli e dei sui ricordi preferiti in Formula 1

Fernando Alonso si è raccontato ricordando i suoi idoli d’infanzia, i momenti speciali della sua carriera e il suo miglior compagno di squadra.

Alonso è uno dei piloti più poliedrici e completi del motorsport, capace di distinguersi in molte categorie. Ha corso partendo dai kart, arrivando al rally, passando per la Formula 1 ottenendo sempre risultati degni di nota. Molti sono stati i compagni di squadra che hanno corso al suo fianco, ma Fernando non ha dubbi tu chi sia stato il suo preferito. Ha infatti rivelato che il suo miglior compagno di squadra è stato Giancarlo Fisichella, con il quale ha condiviso gli anni in Renault.

Lo spagnolo ha dichiarato: “Il miglior compagno di squadra? Penso che quello con cui ho condiviso i momenti migliori sia Fisichella. Ho vinto i campionati con la Renault e l’atmosfera è stata fantastica. È un ragazzo eccezionale, adoro l’Italia e siamo stati molto bene in quelle stagioni, anche se è vero che quando si vincono dei mondiali tutto è più semplice. – ha poi aggiunto – Di certo non dimentico Button alla McLaren, Jarno Trulli e i miei colleghi della Toyota. Con loro ho condiviso molto, tra cui viaggi e pasti”.

ALONSO: “SENNA E SAINZ: I MIEI IDOLI”

A pochi giorni dall’anniversario della morte di Ayrton Senna, Fernando ha parlato di quanto il brasiliano sia stato una vera e propria ispirazione durante la sua infanzia.
“Ero solito seguire Senna. In Spagna a quel tempo non si vedevano le gare in TV, ma comunque Senna era sempre nella mia vita. Forse a causa di mio padre che ammirava Ayrton e forse perché il mio kart aveva i suoi colori.

Tuttavia, Alonso ha ammesso di non aver avuto solo Senna come idolo, ma bensì anche Carlos Sainz verso cui ha sviluppato molta ammirazione, nonostante non appartenesse al mondo dei circuiti.
Infatti, lo spagnolo ha rivelato: “Quando ero più consapevole, il mio idolo è stato Carlos Sainz, il che è una contraddizione perché non volevo guidare nei rally”, ha così ricordato.

UNA CARRIERA FATTI DI MOMENTI SPECIALI

Alonso ha chiuso la sua carriera in Formula 1 collezionando 2 mondiali, 22 pole position e 23 giri veloci. Un viaggio ricco di bellissimi ricordi, emozioni molto forti e tante soddisfazioni.

Qual è stato il miglior giro? Avrei bisogno di tempo per pensarci bene. Magari sui circuiti cittadini come Monaco o Singapore, la pole del 2010. Forse quello a Sebring con il quale ho ottenuto il record della pista durante la notte. Ci sono sempre dei giri di cui sei orgoglioso perché tutto è perfetto. Questa è la sensazione migliore: guidare al massimo o addirittura superare il massimo. È una soddisfazione difficile da spiegare”, ha così concluso.

Pubblicità

Chiara De Bastiani

Sono Chiara, ho 20 anni e studio scienze e tecniche psicologiche. Sono appassionata di motori e il mio amore per la Formula 1 è cresciuto piano piano insieme a me. Infatti, la seguo sin da quando ero piccolina, grazie a mio papà. Ho molte altre passioni e interessi che coltivo tra cui la danza, i viaggi, la montagna, la musica e l'arte. Sono un'inguaribile sognatrice che spera un giorno di poter lavorare in questo mondo fatto di passione, motori ed emozioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button