Formula 1

McLaren interessata al WEC e all’IMSA

Zak Brown ha dichiarato i piani di sviluppo futuri del suo team

Il CEO del team inglese ha spiegato la prossima tappa da raggiungere per la sua squadra

La McLaren sta guardando anche fuori dalla Formula 1 per il proprio futuro. Il CEO, Zak Brown, ha affermato che stanno seguendo il campionato mondiale Endurance e il campionato WeatherTech SportsCar della International Motor Sports Association. La società ha già espresso il proprio interesse per la “Le Mans Daytona Hybrid”, la categoria che nascerà dalla fusione tra WEC e IMSA, le principali categorie di prototipi.

Con un unico campionato per queste vetture, per la McLaren sarà più facile competere anche in Formula 1 e IndyCar. I dettagli specifici di questa fusione devono ancora essere resi noti. Si spera che tutto verrà ufficializzato alla 24 Ore di Le Mans, che è stata rinviata a settembre. Ad ogni modo Brown ha confermato che la McLaren sta pensando di partecipare.

“È qualcosa che stiamo osservando”, ha dichiarato alla rivista RACER. “Penso che in un mondo ideale questo sarebbe il nostro pool di sport motoristici: Formula 1, IndyCar e auto sportive. Tutti hanno scopi diversi e sono tutti complementari gli uni agli altri. Dobbiamo seguire un approccio step by step”, ha aggiunto. “Abbiamo orientato la nostra Formula 1 nella giusta direzione, siamo appena entrati in IndyCar e ora stiamo aspettando di vedere cosa succede con i regolamenti sulle auto sportive”.

“Ritengo che la Formula 1 continuerà ad andare nella giusta direzione sotto la guida di Andreas e considerando che anche l’IndyCar sta andando nella giusta direzione, potrei diventare coraggioso e iniziare a lavorare sul prossimo piano aziendale” ha spiegato l’americano. “Queste decisioni, proprio come l’IndyCar, comportano del tempo per mettere insieme le cose il che ha causato alcune soste e nuove partenze. Abbiamo avuto giorni positivi e negativi, ma fa parte delle corse. Dopo devi tornare a cavallo e andare”.

“Se riesco a metter su un piano all’avanguardia e finanziariamente sostenibile, allora penso che potremmo entrare in un campionato di auto sportive”, ha concluso Zak Brown.

Pubblicità

Gabriele Gramigna

Mi chiamo Gabriele, sono un ragazzo molisano e studio chimica all'università di Padova. Dal 2018 scrivo per F1World, cercando di trasmettere la mia passione per la Formula 1 in tutti i miei articoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Utilizziamo servizi di terze parti per analizzare il traffico sul nostro sito e restare in contatto con i nostri visitatori. Vengono quindi trattati dati di navigazione, indirizzi IP anonimizzati e altri dati simili per mezzo di cookie, come indicato nelle nostre policy. Accettando l’uso dei cookie ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.