2019Formula 1

Alonso e quel due di picche alla Red Bull

Il pilota spagnolo avrebbe rifiutato l’offerta ricevuta dalla scuderia austriaca per sostituire Gasly a partire dalla seconda metà della stagione

Topics

Nelle ultime settimane il due volte Campione del Mondo è tornato al centro dei rumors sportivi che hanno bocciato il suo ritorno in Formula 1.

Secondo la stampa europea, Alonso avrebbe rifiutato anche un’offerta da parte della Red Bull, che lo avrebbe voluto di nuovo all’interno del circus proprio durante la stagione 2019.

La possibilità di sostituire Gasly

Si tratterebbe di una notizia molto recente, dati i cambiamenti che hanno interessato proprio nei giorni scorsi la stessa scuderia austriaca. Secondo il quotidiano Mundo Deportivo, la Red Bull avrebbe offerto ad Alonso la possibilità di sostituire Pierre Gasly per la seconda metà del Mondiale.

Dopo le scarse performance del pilota francese, la scuderia si è trovata davanti a una scelta non proprio semplice: proprio per questo, il team avrebbe valutato la possibilità di riportare lo spagnolo in pista, per affiancarlo a Max Verstappen e per cercare di insidiare le due Mercedes.

L’annuncio di Alexander Albon come secondo pilota Red Bull ha poi spento qualsiasi speranza di poter vedere Alonso nuovamente a bordo di una monoposto, ma se le voci fossero confermate, la scuderia austriaca avrebbe avuto piani completamente diversi per il suo futuro in Formula 1.

Il quotidiano, nello specifico, riporta: “La Red Bull ha contattato Alonso a Silverstone per offrirgli il sedile di Pierre Gasly. Non è stato Fernando a fare l’offerta alla Red Bull, ma è stato lo stesso team a essersi interessato alla cosa. Ma la risposta non è stata altro che un clamoroso “no”.

Se lo spagnolo avesse accettato, si sarebbe trattato di una notizia accattivante, che avrebbe catturato i titoli dei giornali di tutto il mondo e avrebbe messo subito sotto il riflettori non solo Alonso, ma anche la stessa scuderia.

In realtà, la Red Bull avrebbe dovuto fare i conti anche con due caratterini come quelli di Alonso e Verstappen, che all’interno della stessa scuderia non si sarebbero risparmiati nessuno spettacolo.

L’incognita sul futuro di Alonso

Dopo il ritiro dalla Formula 1 e l’addio alle altre competizioni automobilistiche, tuttavia le voci su Alonso si sono susseguite una dopo l’altra. Ad avergli chiuso la porta in faccia, secondo le ultime indiscrezioni, sarebbero state tanto la Ferrari quanto la Mercedes.

Separatosi temporaneamente anche dalla McLaren, probabilmente l’approdo in Red Bull avrebbe rappresentato l’occasione d’oro per tornare a far sognare gli appassionati.

Nelle ultime dichiarazioni, però, Alonso ha espresso chiaramente la propria posizione a riguardo del proprio futuro.

Ho un’idea chiara di cosa farà. Non lascio le porte aperte, non sto aspettando né cercando qualcuno che mi chiami. Ho sempre scelto dove e quando avrei voluto correre, perché mi muovo sempre sulla base di quello che mi rende felice”.

Sembra quindi che almeno per ora il suo ritorno in Formula 1 sia ancora distante dal concretizzarsi, anche perché lo spagnolo pare essere alla ricerca di una nuova sfida automobilistica da affrontare.

Il trentottenne, infatti, starebbe valutando l’idea di partecipare alla Dakar, anche se nessuna di queste voci è ancora stata confermata.

Topics
Pubblicità

Anna Vialetto

Mi chiamo Anna, ho 25 anni, laureata in Comunicazione e laureanda in Web Marketing & Digital Communication. Sogno un futuro nel mondo dell'automotive, a stretto contatto con quella che è in assoluto la mia passione più grande. Sono decisa, determinata, curiosa: amo imparare e sono sempre alla ricerca di nuove sfide. La passione per la Formula 1 è iniziata circa durante gli ultimi anni dell’era Schumacher in Ferrari e, da quel momento, non mi ha più abbandonata. Il rombo dei motori, i sorpassi all’ultimo, la velocità sono tutti elementi che mi tengono incollata allo schermo e mi fanno venire la pelle d’oca.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button