DichiarazioniFormula 1

Alonso dopo l’incidente: non rinuncia al ciclismo

Il pilota asturiano, di recente vittima di un incidente mentre guidava la sua bici da corsa, continuerà ad allenarsi in strada e ha anche fatto una previsione sulla stagione ormai alle porte

L’incidente in bici non fermerà Alonso dall’allenarsi in strada sulle due ruote. Lo spagnolo è pronto per la stagione

Il due volte campione del mondo ha fatto sapere che l’incidente che lo ha visto protagonista nel mese di febbraio in Svizzera non gli impedirà di continuare a correre in bici, cosa che ama fare da sempre. Fernando era stato infatti ricoverato a Lugano dopo aver impattato contro una macchina durante un allenamento in strada; ma, nonostante le placche in metallo impiantategli nella mascella e qualche dente rotto, lo spagnolo non è disposto a fermarsi.

Tra qualche giorno, tornerà in pista dopo due anni di assenza dalle scene della Classe Regina, e lo farà a bordo della vettura che lo ha portato a vincere due titoli iridati consecutivi nel 2005 e nel 2006, seppur con un nome diverso. Che dire? E’ sicuramente pronto per rimettersi in gioco.

ALONSO DOPO L’INCIDENTE NON RINUNCIA AL CICLISMO

Flavio Briatore, suo ex Team Principal ai tempi della Renault, lo ha subito ammonito, “minacciandolo” di chiudere la sua bici in garage per impedirgli di usarla ancora. Gli ha poi consigliato di passare almeno alla mountain bike, con la quale corre meno rischi: “Amo ancora andare in bicicletta“, ha raccontato Fernando alla CNN, “Probabilmente dovrò usare la mountain bike un po’ di più ora, su sentieri diversi ed evitare le strade normali. Ma in un certo senso non cambierà molto. La mia preparazione sarà sempre basata su una bicicletta”. 

L’asturiano vanta diversi team in carriera, tra cui Minardi, McLaren, Ferrari e Renault e, fra poco, riprenderà la sua avventura in Formula 1 con Alpine: “Mi sento molto privilegiato. Conosco molti, molti piloti di talento e a volte non hanno nemmeno l’opportunità di provare una vettura di Formula 1 nella loro carriera. Sono stato fortunato a scegliere quando cambiare squadra, quando ho deciso di smettere con la Formula Uno e anche quando ho potuto scegliere con chi tornare. Ho sempre avuto la possibilità di scegliere il mio destino in un certo senso. Quindi, divertiamoci adesso”. 

Come riporta Planetf1.com, pensando alla stagione 2021, Alonso ha poi predetto che Lewis Hamilton, nonostante dei test pre-stagionali alquanto problematici, rimarrà comunque quello da battere: “Assolutamente.; è un sette volte campione del mondo e l’uomo che ha dominato lo sport negli ultimi due anni. Sono stati molto forti con nessun segno di debolezza al momento negli ultimi anni. Anche se i regolamenti cambieranno un po’ nel 2021, il loro pacchetto e la loro esperienza dovrebbero essere sufficienti per rimanere i favoriti. Ma la Formula 1 a volte non è matematica esatta. Devi prima tagliare il traguardo per vincere. Vediamo come andrà”, ha concluso.

Erika Mauri

Metà brianzola e metà romana, sono laureata in Lingue e attualmente studentessa magistrale di Linguistica applicata nella capitale; da sempre amo scrivere e lavorare con la lingua italiana in tutte le sue forme. Mi definisco una persona dinamica, intraprendente, coraggiosa e amante delle sfide, faccio della mia capacità organizzativa e del problem solving due delle mie qualità migliori, insieme alla facilità di collaborare con altri in gruppo e a un pizzico di anticonformismo. Amo viaggiare e sono appassionata di tecnologia, cinema, musica, lettura e, ovviamente, di Formula 1.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.