Analisi della redazioneFormula 1Gran Premio Emilia Romagna

Ad Imola il grande ritorno di Max Re-stappen e Charles Le-crash

In questo GP del Made in Italy e dell’Emilia Romagna si sono ristabiliti i naturali equilibri, che vedono Verstappen vincitore e Leclerc a muro, ma Hamilton?

Al GP del Made in Italy e dell’Emilia Romagna (ovvero GP di Imola) Max Re-stappen ritorna inarrestabile mentre Leclerc rincontra un vecchio amico

Al GP del Made in Italy e dell’Emilia Romagna (che fa già ridere così) ritornano i tori alla ribalta, mentre Charles per poco non si ribalta lui stesso. Cosa (non) è successo nel primo Gran premio “a casa nostra”? La telecronaca dell’evento parla chiaro, ad Imola abbiamo assistito, almeno per ora, al ritorno di Max Re-stappen, complice una Red Bull in fiamme, stavolta però metaforicamente.

La folla di cavallini gremita e i tifosi di rosso vestiti non sono riusciti ad arginare la mala sorte della scuderia di Maranello. Probabilmente reduce ancora dall’eccessivo carico di zuccheri dovuto ai pasticcini per festeggiare il suo rinnovo, Sainz alla prima occasione buona ha provato una danza propiziatoria con Ricciardo. Finito male però il corteggiamento del rosso che si vede buttato fuori dalla mantide australiana. 

Dopo una partenza non degna di una stirpe come quella dei Leclerc, il principe Charles non riesce a superare il “caliente” messicano Perez. Altro che rosso, weekend nero per i ferraristi. Charles Le-crash rincontra un suo vecchio amico delle passate stagioni, il muro. Complice anche un pit-stop non proprio favorevole, Leclerc forse questa volta ci penserà due volte prima di mangiare i dolci portati da Carlos Sainz.

SCOOBY SCOOBY LEWIS, WHERE ARE YOU?

Ma ad Imola oltre al ritorno di Max Verstappen, sul podio c’è anche un grande assente. Hamilton soffre enormemente i problemi coniugali con Toto Wolff e l’ingegneria dietro la sua W13. Mai successo nella storia degli ultimi anni che l’inglese chiudesse tredicesimo dopo una gara sofferta dietro a Pierre Gasly. A questo punto la regia internazionale ci ha deliziati con un duello durato diversi giri, e tutti noi abbiamo sentito la voce di Emanuela Fanelli: “Il previsto programma “GP di Imola con battaglie nelle prime file per il quinto posto” non andrà in onda, al suo posto “Hamilton che cerca disperatamente di superare Gasly per mezzo prosciutto e una bottiglia di romanella”. 

Maria Sole Caporro

Sono Maria Sole, romana e romanista, laureata in lingue e letterature. Sono da sempre appassionata di motori da quando fin dalla tenera età non potevo andare al mare la domenica perché i miei genitori dovevano vedere il GP. Cresciuta a pane e formula 1 con contorno di letteratura, sono qui per coniugare la mia voglia ed esigenza di scrivere e la passione per le monoposto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.