Formula 1

Zanardi, il risveglio ipotizzato per la prossima settimana

L’ex pilota rimane ancora grave, anche se le sue condizioni sono stabili; per avere un’idea della situazione neurologica, i medici stanno valutando di ridurre la sedazione a partire dalla prossima settimana

Dopo l’incidente avvenuto nel weekend, per l’ex pilota italiano le condizioni rimangono particolarmente gravi, anche se si sta valutando di ridurre lentamente la sedazione

Alex Zanardi è stabile. Le sue condizioni continuano a essere gravi e a destare preoccupazione, ma lo staff medico che lo sta seguendo sta facendo il possibile. Secondo l’ultimo bollettino medico, si starebbe valutando la possibilità di ridurre lentamente la sedazione. In coma farmacologico da ormai quattro giorni, Zanardi potrebbe soffrire di gravi conseguenze in seguito all’incidente, ma per averne la certezza questa sarebbe l’unica via.

Andando a ridurre pian piano la sedazione che ora tiene stabili le sue condizioni, per i medici sarebbe più semplice valutare il suo stato neurologico. In questo modo, anche allo staff apparirebbero più chiare le conseguenze che l’ex pilota ha riportato, tra cui si ipotizzava anche il danneggiamento della vista.

DECISIONI DIFFICILI DA PRENDERE

Tuttavia, lo stato di salute di Zanardi apparirebbe ancora molto grave e questo sarebbe il motivo per cui la possibilità del risveglio potrebbe slittare alla prossima settimana. Inoltre, i medici che lo stanno seguendo, hanno avvertito che il decorso di quanto accaduto potrebbe essere molto lungo. Non avendo un’idea chiara dei danni subiti e delle condizioni effettive dell’ex pilota di Formula 1, lo staff dell’ospedale Santa Maria alle Scotte di Siena si trova davanti a una situazione molto delicata, che richiede importanti e difficili decisioni.

Attualmente, Zanardi è stato sedato e anestetizzato per evitare l’insorgere di ansia, agitazione, disorientamento e dolore, che potrebbero aggravare ulteriormente la sua situazione. Tuttavia, per conoscere le vere conseguenze dell’impatto avuto nel corso di venerdì, dalla prossima settimana i medici dovranno cercare di risvegliarlo progressivamente. In questo modo si avrà una visione più nitida del suo quadro neurologico, oltre che informazioni in più sulla ripresa del paziente.

IL BOLLETTINO MEDICO DI ZANARDI

Secondo quanto si legge, nello specifico, sul bollettino diramato questa mattina, non ci sono stati grandi cambiamenti rispetto alle giornate precedenti. L’ex pilota di Formula 1 si trova in condizioni gravi, ma stabili per quanto riguarda i parametri cardio-respiratori e metabolici.

L’immagine neurologica non ha subito cambiamenti, anche se rimane grave. Il paziente rimane sedato, incubato e con ventilazione meccanica. Qualunque riduzione della sedazione per la valutazione del suo stato neurologico sarà valutata a partire dalla prossima settimana. La prognosi rimane ancora riservata”.

Pubblicità

Anna Vialetto

Anna è sinonimo di determinazione, concentrazione e curiosità. Ho sempre studiato e lavorato per rincorrere e realizzare i miei sogni, con l'obiettivo di concretizzarli in quella che è la mia più grande passione: l'automotive. La Formula 1 per me è parte integrante della mia personalità: il rombo dei motori, i sorpassi all’ultimo centimetro, la velocità delle monoposto. Ma soprattutto, tutto il mondo che sta dietro allo spettacolo in pista: l'organizzazione, la comunicazione, il marketing, l'energia...la stessa che, fin da quand'ero bambina, mi ha portata a coltivare questo grande amore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button