DichiarazioniFormula 1

Wolff: “Vasseur, la Ferrari e l’Italia meritano il successo”

Per il team principal Mercedes il successo in Australia della scuderia di Maranello è un segno di rivalsa rispetto all’anno scorso

Per il team principal della Mercedes, Toto Wolff, il collega Vasseur, la Ferrari e l’Italia hanno meritato il successo dopo i problemi affrontati lo scorso anno

L’incredibile doppietta in casa Ferrari al Gran Premio d’Australia è stata controbilanciata dai due DNF della Mercedes. Hamilton, infatti, è stato costretto al ritiro poco dopo l’avvio della gara a causa di problemi alla power unit. Russell, invece, è stato protagonista di un brutto incidente all’ultimo giro che ha lasciato il pubblico, e lo stesso pilota, in stato di agitazione per qualche secondo. Nonostante la delusione, Toto Wolff non ha potuto evitare di congratularsi con Vasseur e tutta la Ferrari per lo storico risultato all’Albert Park che mancava dai tempi di Schumacher.

“Prima di tutto, sono felice per la Ferrari, ha detto Wolff. “Sono felice per Fred, se lo merita. L’anno scorso, stavamo viaggiando insieme e sul volo da Dubai a Melbourne con Emirates, aveva un problema alla spina dorsale e non riusciva a sedersi o dormire. È rimasto in piedi sull’aereo per 13 ore. Poi, una delle sue monoposto si è schiantata e l’altra ha concluso la gara quarta, è stato un disastro. Aveva sulle spalle la pressione di tutta l’Italia e ora torna a casa con una doppietta. Per quanto io odi la nostra situazione, [Vasseur] se lo merita. La Ferrari e l’Italia se lo meritano”.

Wolff: lo sguardo sul futuro senza escludere nessuno

Nel frattempo, dopo il passaggio di Hamilton in Ferrari, all’interno della scuderia tedesca si cerca un possibile sostituto del sette volte campione del mondo. L’obiettivo è ingaggiare un pilota che possa dare una mano alla squadra e lottare per il mondiale. La speranza è poi, naturalmente, che le prestazioni della monoposto siano da alta classifica. Per questo motivo i principali indiziati come successori dell’inglese sono ovviamente i piloti più esperti presenti in griglia, ma nulla è scontato.

A proposito di ciò, Wolff ha dichiarato che non c’è necessariamente un “criterio di eliminazione” contro Sainz e altri possibili candidati come Verstappen o il giovane pilota dell’Academy Mercedes, Andrea Kimi Antonelli, per escluderli a priori. “Quelli che sono disponibili o che potrebbero essere interessanti per noi, hanno tutti argomenti a favore”, ha aggiunto. “È una scelta difficile perché non è che ci siano criteri che ci facciano puntare su uno piuttosto che su un altro pilota. Quindi, voglio solo fare un passo indietro e monitorare la situazione perché alcuni dei ragazzi menzionati potrebbero poi firmare con altri team. Quindi, al momento stiamo solo monitorando”.

Alice Lomolino

Redazione

News in tempo reale, classifiche aggiornate, foto e video delle gare, F1 live, piloti, team, Gran Premi in diretta web, e curiosità dal grande mondo della Formula 1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio