DichiarazioniFormula 1

Wolff: “Le regole della Formula 1? Sono state ripristinate”

Secondo il team principal della Mercedes, nonostante quanto accaduto nel corso degli ultimi Gran Premi, la FIA avrebbe rivisto le regole da seguire durante le gare, rimettendo tutti sullo stesso piano

A differenza di quanto accaduto negli ultimi GP, sembra che ora ci sia una sorta di equilibrio in termini di trattamento dei singoli team

Pensavate che le discussioni sulle decisioni della FIA fossero terminate? E invece no. Dopo il botta e risposta delle scorse settimane tra Toto Wolff, Christian Horner e Helmut Marko, il team principal della Mercedes è tornato sull’argomento. Con un’opinione un pochino diversa rispetto a quella lasciata trasparire nelle dichiarazioni post gara degli ultimi Gran Premi. 

Dopo le varie conversazioni che hanno visto interessati i due team contendenti il mondiale e la Federazione, sono emersi due punti di vista differenti: secondo Wolff, anche se dichiarato in maniera molto soft, le decisioni della FIA erano state prese per danneggiare la Mercedes. Secondo Marko, invece, le ultime penalità avrebbero favorito la Mercedes e danneggiato la sua scuderia. Insomma…una sorta di puntare il dito l’uno contro l’altro. Ora, invece, secondo Wolff le regole sarebbero state ristabilite in vista delle ultime gare. Rimane solo una cosa da capire: se questi sono i presupposti, chi mai andranno ad avvantaggiare ora?

LE CONSIDERAZIONI DI WOLFF

Partiamo dall’inizio. Durante il Gran Premio del Brasile, Hamilton era stato escluso dalle qualifiche per un’irregolarità sul suo DRS. Una decisione dura, che ha lasciato dubbi sulla reale imparzialità della Federazione, dopo la morbidezza riservata invece nei confronti di Verstappen e delle sue tecniche di difesa. L’ala posteriore, tuttavia, è stata al centro delle successive riflessioni in casa Mercedes, diventando un po’ l’oggetto delle discussioni emerse a seguito della gara.

Abbiamo recuperato l’ala posteriore dal Brasile e, come pensavamo, era rotta“, ha sottolineato Wolff. “Si è rotta in qualifica. Non abbiamo superato il test del gap di 85 millimetri all’estrema destra. L’abbiamo superato a sinistra e al centro. Non ci è stato permesso di ispezionarla, né di affermare che si trattava effettivamente di una rottura. Abbiamo scoperto che due viti si erano allentate in qualifica e questo ha causato l’irregolarità“.

Il team principal della Mercedes ha evidenziato che per la sua scuderia non c’è stato modo di approfondire la cosa, nonostante la segnalazione agli steward. “È molto diverso da come venivano gestite queste cose in passato“, ha affermato. “Avremmo potuto aggiustare l’ala danneggiata durante il parco chiuso, ma non abbiamo potuto. Siamo andati avanti, e la gara è andata. Poi siamo stati in grado di invertire la rotta. […] Penso che ora le regole siano in qualche modo ripristinate, faremo del nostro meglio nei prossimi giorni“.

Anna Vialetto

Anna è sinonimo di determinazione, concentrazione e curiosità. Ho sempre studiato e lavorato per rincorrere e realizzare i miei sogni, con l'obiettivo di concretizzarli in quella che è la mia più grande passione: l'automotive. La Formula 1 per me è parte integrante della mia personalità: il rombo dei motori, i sorpassi all’ultimo centimetro, la velocità delle monoposto. Ma soprattutto, tutto il mondo che sta dietro allo spettacolo in pista: l'organizzazione, la comunicazione, il marketing, l'energia...la stessa che, fin da quand'ero bambina, mi ha portata a coltivare questo grande amore.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.