DichiarazioniFormula 1

Webber: “I regolamenti stabili saranno un problema per la Ferrari”

L’australiano sostiene che il congelamento delle componenti sarà un serio problema per il Cavallino apparso azzoppato in Austria

Il 2020 a Maranello non sembra cominciare sotto i migliori auspici e con la continuità dei regolamenti le cose potrebbero precipitare

Lo slittamento di un anno dei nuovi regolamenti e il susseguente congelamento delle componenti potrebbe arrecare seri danni a quei team che non sono riusciti a tirar fuori macchine competitive per questa stagione. I gettoni a disposizione da spendere per qualche aggiornamento non sono tanti e dunque un errore in fase di progettazione, potrebbe condizionare sia questo che il prossimo di campionato.

Uno scenario che spaventaanche la Ferrari, che in Austria è sembrata davvero poco competitiva, specie sul dritto. Telaio, motore? Ancora non si sa, di certo però, Mark Webber è convinto che di questo passo per la casa di Maranello sarà difficile risalire la china. Dopo una brutta qualifica, con un’auto fuori dalla top ten, in gara solo un Leclerc magistrale, un buon numero di ritiri e ben tre safety car, hanno fatto in modo che la Rossa potesse cogliere un secondo posto.

Ma considerando che come detto sopra, gli sviluppi nei prossimi due anni sono limitati, per Webber c’è da preoccuparsi. Ai microfoni di Channel 4, alla domanda “Firmeresti per la Ferrari ora?”, l’australiano ha risposto: “L’ anno scorso la macchina era buona, il motore era fantastico. Ma ora sembra abbiano fatto un passo indietro e con i regolamenti stabili è un problema”.

L’anno scorso il punto di forza della Rossa era proprio l’eccezionale power unit, mentre l’aerodinamica il tallone d’Achille. Quest’anno invece sono migliorate le prestazioni in curva a scapito della velocità di punta. In molti sospettano che l’indagine condotta dalla FIA sul motorone italiano sia la causa del calo di potenza. Su questa linea anche l’ex pilota David Coulthard: “Bisogna capire cos’è che la FIA ha vietato alla Ferrari. E’ quella la causa del loro calo”.

Resta da capire cos’è che realmente manca a questa SF1000, se telaio o motore. Ciò che è certo, è che se fosse la power unit a mancare, beh la situazione si prospetta grigia, sia per il 2020, che per il 2021, perchè un motore nato male è difficile da correggere. Specie se con gli sviluppi congelati.

Pubblicità

Gabriele Gramigna

Mi chiamo Gabriele, sono un ragazzo molisano e studio chimica all'università di Padova. Dal 2018 scrivo per F1World, cercando di trasmettere la mia passione per la Formula 1 in tutti i miei articoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button