DichiarazioniFormula 1

Vilander: “Bottas ormai fuori, ma non è ancora tempo d’annunci”

A detta del pilota finlandese, il proprio connazionale sarebbe ormai “fuori dai giochi”. Ma non sarebbe Silverstone l’occasione giusta per comunicargli la decisione

George Russell prenderà il sedile di Valtteri Bottas. Di questo Toni Vilander ne è sicuro. Ma, per lui, si dovrà ancora attendere per l’annuncio

Le possibilità di vedere Valtteri Bottas in Mercedes il prossimo anno sono assai scarse. Tutti (o quasi) sono sicuri che quel sedile sarà occupato da George Russell, come pure Toni Vilander. Anche se per il pilota finlandese l’annuncio non arriverà, come previsto, a Silverstone, ma lo si dovrà aspettare ancora un po’.

UN ADDIO CERTO

A detta di Vilander per Bottas sarebbe ormai un definitivo game over. Due i motivi. Il primo: la necessità delle frecce d’argento di favorire un giovane (tra l’altro molto talentuoso) appartenente alla loro academy. “Fa parte del programma Mercedes. Se vogliono promuoverlo, lo possono fare facilmente. [ndr. Poi] non credo che Russell sarebbe molto felice di firmare un altro contratto con la Williams.

Il secondo: i risultati non propriamente eccelsi raggiunti dal 77 in questo inizio di stagione. Nelle nove gare finora disputate il finlandese non è mai riuscito a stare al passo di Lewis Hamilton incassando distacchi importanti. Riconoscendo benché nella sua posizione in classifica (la quinta – 92 p. contro i 150 p. del compagno di squadra) pesino i due DNF di Imola e Monaco.

ATTESE

Nonostante questo Vilander all’emittente finlandese MTV ha dichiarato di non credere che quelli di Brackley annunceranno la cosa in occasione del GP di Gran Bretagna. Perché con ancora quattordici appuntamenti da correre sarebbe contro-produttivo per il team, soprattutto nel caso Bottas dovesse cadere nello sconforto. “Non va bene per Valtteri essere informato che non proseguirà con la Mercedes in un momento così precoce del campionato. Facendo l’esempio di Vettel con la Ferrari, si è visto poi come sia stato una delusione dopo la comunicazione della notizia a inizio stagione”.

Un discorso che ha certamente la sua logica. Con molte gare davanti è una necessità della scuderia tedesca, con lo scopo di raggiungere un nuovo titolo nei costruttori, che entrambi i suoi piloti siano motivati. In particolare modo se tale obiettivo è ostacolato da una rivale temibile come la Red Bull di Max Verstappen e di Sergio Perez.

Ma se la notizia fosse certa come è stata già data da tutti i media, che senso ha dover aspettare? Bottas non lo sa già che la sua permanenza alla casa di Stoccarda sta giungendo al termine? Non sarebbe meglio concludere questa telenovela mettendo la parola fine? Una soluzione che farebbe stare a cuor leggero lo stesso finlandese, e anche la Mercedes e Russell.

Silvia Quaresima

Il mio amore per la Formula 1 é sempre stato lì con me, fin da quando ho ricordo delle vittorie di Michael in rosso. Ma con il tempo è cresciuto così tanto che ora c’è voglia di esserne parte e di raccontarla.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.