DichiarazioniFormula 1

Vettel: “Tutti incrociamo le dita per Mick Schumacher”

Su Mick Schumacher c’è grande pressione. Per non andare a pregiudicare il futuro del ragazzo Vettel ha sollecitato alla cautela

Mick Schumacher è vicino al suo arrivo in Formula 1. A confermarlo questo fine settimana, in Germania, è stato anche Sebastian Vettel. Il figlio del sette volte Campione del Mondo di Formula 1, è attualmente impegnato in Formula 2 con il team Prema.
Complice un po’ di sfortuna e qualche errore di troppo Mick Schumacher attualmente occupa il 14esimo posto nella classifica generale con ventisei punti al suo attivo.

Fin da quando il 20enne, membro della Ferrari Driver Academy, ha iniziato a fare le cose sul serio, sono stati in tanti i tifosi che hanno iniziato a sperare di vederlo arrivare presto nella massima categoria automobilistica. Gli estimatori del padre sognano che il giovane Mick Schumacher possa ripercorrere le orme del genitore.

Su Mick Schumacher c’è grande pressione. Un po’ per la carriera folgorante che in pochi anni lo ha visto arrivare alla soglia della classe regina del Motorsport, un po’ per il cognome che porta. Eppure, proprio per non andare a pregiudicare il futuro del ragazzo Sebastian Vettel ha sollecitato alla cautela.

Penso che sia fondamentale che gli venga concesso il tempo di cui ha bisogno, questa è un’epoca diversa – ha raccontato il pilota della Ferrari – Credo che sia giusto giudicarlo come pilota in base alle sue prestazioni, come è stato fatto con tutti noi. Non credo che dovremmo creare troppe alte aspettative andando a confrontare Mick Schumacher col padre. Non credo sia giusto“.

E la Germania spera che il giovane riesca a rivelarsi come linfa nuova per l’interessamento dei tedeschi alla Formula 1: “Tutti incrociamo le dita per lui. Nonostante il suo cognome è un ragazzo eccezionale, in gamba e gentile – ha proseguito – Il nome Schumacher è conosciuto da tutti in Germania grazie a lui. È stato proprio Michael a creare grande attesa su di noi quando eravamo dei ragazzini“, ha concluso.

Eleonora Ottonello

Mi chiamo Eleonora e sono di Genova. Scrivo per passione, nella vita di tutti i giorni sono un'educatrice cinofila. Non ho paura di dire (forse è meglio dire scrivere) quello che penso. Per me la sincerità e la franchezza sono alla base di ogni rapporto umano. Sono pignola e puntigliosa ma disordinata e pasticciona allo stesso tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio