2019DichiarazioniFormula 1

Vettel: “A inizio stagione non accettavamo la realtà”

Il pilota tedesco parla delle difficoltà incontrate dopo i test invernali di Barcellona

La situazione riscontrata in pista a Melbourne è stata totalmente inaspettata per la Ferrari

Sebastian Vettel prova a tracciare un bilancio della stagione 2019, anche se ci sono ancora due GP da disputare. Stagione frustrante, sia per Seb che per la Ferrari: secondo il tedesco, all’inizio dell’anno a Maranello non credevano di ritrovarsi così indietro in classifica, scoraggiandosi troppo presto. I test invernali avevano lasciato presagire un campionato ben diverso per la Ferrari, salvo poi ritrovarsi dietro alla Mercedes in Australia.

“NON È STATO FACILE AMMETTERE IL NOSTRO RITARDO”

All’inizio non ti arrendi, ma ti rendi conto subito di essere in una posizione in cui non vorresti essere. Combatti prima con te stesso, perché sei ben lontano dal combattere con il resto”, ha detto Vettel a Motorsport.com commentando quel periodo non facile per il team italiano.

“È come vedere la verità, ma non volerla vedere. Non è bello, ma devi affrontarla. È qualcosa di meno difficile, anche se è una sensazione orribile”, ha aggiunto il tedesco.

LA SVOLTA DOPO L’UNGHERIA

“Avevamo perso il feeling con la macchina e abbiamo avuto difficoltà a recuperarlo. Avevamo le idee chiare su ciò che mancava, ma non sapevamo come risolverlo. Una volta che lo sai, non si tratta di premere un pulsante. Ci vuole tempo. Si tratta di prevedere, anticipare lo sviluppo, per spremere di più la macchina”, ha concluso il quattro volte campione del mondo.

Il passo avanti della Ferrari è arrivato dopo la pausa estiva , quando un nuovo pacchetto aerodinamico ha permesso alla SF90 di lottare ad armi pari con la Mercedes.

Topics
Pubblicità

Christian Caramia

Mi chiamo Christian e ho 28 anni, vivo a Martina Franca (Taranto). Istruttore di scuola guida nella vita, appassionato fin da piccolo di Formula 1 e del motorsport a 360 °.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close