DichiarazioniFormula 1

Verstappen Sr ripreso come un bambino dell’asilo

L’obiettivo della Red Bull è non destabilizzare l’armonia del team. Il super consulente del team è andato su tutte le furie

Essere Campione del Mondo in carica non implica avere il team a esclusiva disposizione. Questo fatto non è andato giù a Jos Verstappen che si è beccato “una bacchettata sulle mani” da Marko

Dopo un 2021 di alti e bassi, nessuno avrebbe lontanamente immaginato un Sergio Perez così in forma. La buona stagione del messicano e la sua vittoria al GP di Monaco hanno fatto perdere le staffe a Jos Verstappen, padre dell’attuale Campione del Mondo, che è stato velocemente messo al suo posto da Helmut Marko. 

Pochissimi giorni dopo la gara nel Principato, nella colonna che generalmente scrive sul sito ufficiale del figlio, Verstappen Sr aveva duramente affermato che “la Red Bull avesse sprecato 10 punti” del figlio “in favore di Checo” e che “avesse esercitato poca influenza nell’aiutare Max a rimontare fino alla testa della corsa“.
Le polemiche e gli attacchi mossi da Jos Verstappen dopo il GP di Monaco non hanno lasciato indifferenti gli animi in casa Red Bull.

Helmut Marko, il super consulente della scuderia austriaca, a distanza di un po’ di tempo, ha ammesso di non aver accolto bene le parole di di Verstappen Sr.

È fantastico ed è per questo che Max è arrivato così lontano – ha spiegato Marko, elogiando il padre dell’attuale Campione del Mondo ai colleghi del quotidiano olandese De Limburger. Quando il figlio è arrivato in Formula 1, è stato complesso avere a che fare con Jos perché voleva dire la sua su tutto. E in un certo senso lo fa ancora“.

Vietato creare diatribe

Il manager 79enne ha inteso le parole di Verstappen Sr come un campanello d’allarme che ha rischiato di destabilizzare l’armonia all’interno della squadra. Situazione dalla quale in Red Bull vogliono tenersi alla larga.

Quello che Jos ha detto dopo Monaco non è stato costruttivo per nessuno e ha generato del risentimento all’interno della squadra. Si regala gratuitamente alla stampa qualcosa sulla quale ricamare – ha sottolineato Marko – Quando ho letto quello che era stato pubblicato lo chiamai subito per capire perché avesse scritto quelle parole. Ognuno può avere la propria opinione ma non mi sembrava il caso di andare a pubblicarla sul sito del figlio. Ho lasciato intendere che, sebbene sia il padre di Max, queste cose non sarebbero più dovute accadere“.

Risse, denunce e maltrattamenti nel passato di Jos

Non deve essere avere a che fare con un personaggio come Jos Verstappen. Il figlio non ha mai nascosto il carattere rude e duro del padre. Proprio negli anni in cui Verstappen Sr era pilota di Formula 1, è stato protagonista di risse nei paddock, nei locali notturni e scazzottate di vario tipo. Senza dimenticare le denunce e i maltrattamenti all’ex moglie e le punizioni a suon di schiaffi rivolte al figlio a seguito di uno spiacevole risultato in gara.

Comunque, Jos è questo. A volte si arrabbia velocemente e, sotto questo punto di vista, non cambierà mai“, ha concluso Marko senza nascondere una certa rassegnazione.

Eleonora Ottonello

Mi chiamo Eleonora e sono di Genova. Scrivo per passione, nella vita di tutti i giorni sono un'educatrice cinofila. Non ho paura di dire (forse è meglio dire scrivere) quello che penso. Per me la sincerità e la franchezza sono alla base di ogni rapporto umano. Sono pignola e puntigliosa ma disordinata e pasticciona allo stesso tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.