DichiarazioniFormula 1

Verstappen non si fida della Mercedes: “Fanno sempre così”

Il pilota olandese è molto diffidente nei confronti delle prudenti dichiarazioni rilasciate dagli uomini di Brackley

Il campione del mondo è convinto che il team guidato da Toto Wolff stia soltanto facendo pretattica

Max Verstappen ha concluso i test in Bahrain con il miglior tempo assoluto, realizzato nella giornata di sabato. Il distacco di quasi sette decimi rifilato al primo degli inseguitori, Charles Leclerc, ha destato un certo stupore fra gli addetti ai lavori. George Russell, al volante della sua Mercedes, ha chiuso in quarta posizione, a un secondo tondo di distacco. Il pilota inglese si è detto preoccupato per le difficoltà palesate dalla monoposto di Brackley, e lo stesso ha fatto Lewis Hamilton, escludendo che le Frecce d’Argento possano lottare per la vittoria nei primi Gran Premi della stagione. Verstappen, però, non si lascia ingannare, ed è sicuro che la Mercedes sarà della partita.

Solita pretattica per il team di Brackley?

In Mercedes fanno sempre così”, ha spiegato Verstappen. “Se c’è un’altra squadra che si sta mettendo in mostra nei test, loro affermano immediatamente: ‘Oh no, non siamo i favoriti!’. Poi, una settimana dopo, quando le cose si mettono bene, d’improvviso dicono: ‘Oh no, abbiamo ribaltato completamente la situazione nel giro di una settimana, non ce lo saremmo mai aspettati, è stato un lavoro incredibile. Grazie a tutte le persone in fabbrica!'”. Max ha ricordato che gli uomini Mercedes si professavano preoccupati anche dopo i test del 2021: “E nonostante questo, andarono davvero molto forte nel primo weekend di gara”.

Tuttavia, alla domanda su quale possa essere la rivale più temibile per la Red Bull in questo momento, Verstappen non ha tirato in causa la Mercedes. “La Ferrari sin qui è stata davvero veloce e consistente. Questo dimostra che la loro monoposto è molto ben bilanciata. La situazione sembra promettente per loro, anche perché finora hanno avuto ben pochi problemi. Fra una settimana scopriremo chi è il più veloce, ma non ci sono dubbi sul fatto che i test per la Ferrari siano stati molto positivi”.

Le ultime due stagioni per loro non sono state tanto buone”, ha proseguito Max. “Questo ha permesso alla Ferrari di cominciare a concentrarsi sul 2022 un po’ prima rispetto ad altre squadre. Di conseguenza, è normale che abbiano iniziato prima di noi a lavorare sulla nuova monoposto, e che finora abbiano ottenuto dei buoni riscontri. Alla fine, tuttavia, credo che con queste nuove vetture il fattore decisivo sarà la capacità di sviluppo nel corso della stagione”, ha concluso il campione del mondo.

Alessandro Bargiacchi

Sono toscano doc, nato a Firenze nel 1992. Adesso vivo in Casentino. Ho una laurea triennale in scienze politiche e una magistrale in semiotica. Adoro la musica e il teatro, così come lo sport, e a queste passioni cerco di dedicare tutto l'impegno e il tempo possibile. I miei primi ricordi legati a un Gran Premio 1 risalgono a Silverstone 1999, alle immagini sbiadite di Schumacher che colpisce violentemente le barriere di protezione. Negli anni, crescendo e cominciando a capire un po' meglio come funziona una gara automobilistica, sono diventato un vero appassionato di Formula 1, con un sincero amore sportivo nei confronti di Kimi Räikkönen, che ho avuto la fortuna di tifare per 20 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio