DichiarazioniFormula 1

Verstappen frena: “Non penso alla leadership del mondiale”

Il pilota olandese, secondo in campionato, si vuole concentrare su una gara alla volta, senza pensare troppo ai punti in classifica

“Mad Max” ha ormai messo la testa a posto. In questo lunghissimo 2021 di competizioni, l’alfiere Red Bull si gioca le sue carte più forti

Con la stunning performance della scorsa domenica, come direbbero gli inglesi, Max Verstappen si è a pieno titolo aggiudicato un posto d’onore tra i pretendenti al titolo iridato. La spallata data a un veterano come Lewis Hamilton al via del GP dell’Emilia Romagna è stato solo lo sfavillante inizio di una gara quasi priva di sbavature (va bene, se proprio vogliamo essere ipercritici e bacchettoni, la scodata di Max sull’asfalto umido, al rientro della Safety Car, è l’unica “macchia” su una pagina immacolata).

L’olandese sa benissimo che quest’anno ha tutte le carte in regola per potersi giocare il mondiale, soprattutto con una Red Bull così in forma dai test pre-stagionali in Bahrain, dove invece è stata la Mercedes, a sorpresa, a mostrarsi più fragile e in difficoltà. E’ trascorso solo un mese dall’avvio del campionato, due gare in tutto, ma ad oggi solo un punto separa Max dal leader della classifica Lewis Hamilton.

VERSTAPPEN: “LEADERSHIP MONDIALE? LA STAGIONE E’ LUNGA”

Nonostante le ottime premesse, Max non vuole correrre troppo, almeno qui. Gli ingredienti perfetti per una ricetta vincente sono “pazienza” e “lavoro”; d’altronde, ci sono ancora 21 gare da disputare, con ben 546 punti in palio, se contiamo anche il giro veloce. “Non sto pensando a essere il leader del campionato. E’ una stagione lunga e non sto guardando la classifica al momento. Per ora, quello che vogliamo è essere il più vicino possibile alla Mercedes“, ha dichiarato l’olandese a GPBlog.com.

Come riporta Soymotor.com, Max ha intenzione di concentrarsi su una gara alla volta. Al prossimo appuntamento, la Formula 1 scenderà in pista in Portogallo, dove nel 2020 Verstappen aveva molto sofferto e il sipario era calato sull’ennesima doppietta Mercedes. Questa volta, lui e la Red Bull proveranno a spingere al limite i loro principali rivali: “L’anno scorso è stato un weekend difficile. L’asfalto era nuovo a Portimao ed era molto scivoloso. Speriamo che sia migliore ora. E’ un bel circuito e voglio davvero correre lì. Per ora, siamo stati più competitivi dell’anno scorso, quindi speriamo di continuare su questa linea in Portogallo“, ha poi concluso Max.

Erika Mauri

Metà brianzola e metà romana, sono laureata in Lingue e attualmente studentessa magistrale di Linguistica applicata nella capitale; da sempre amo scrivere e lavorare con la lingua italiana in tutte le sue forme. Mi definisco una persona dinamica, intraprendente, coraggiosa e amante delle sfide, faccio della mia capacità organizzativa e del problem solving due delle mie qualità migliori, insieme alla facilità di collaborare con altri in gruppo e a un pizzico di anticonformismo. Amo viaggiare e sono appassionata di tecnologia, cinema, musica, lettura e, ovviamente, di Formula 1.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.