Formula 1Gran Premio Olanda

Un GP d’Olanda nel segno della sostenibilità

L’organizzazione ha deciso di vietare l’accesso al circuito alle auto. Come si potrà raggiungere Zandvoort?

GP d’Olanda fa rima con sostenibilità: niente parcheggi per auto, si potranno utilizzare solamente i trasporti pubblici. Alternative scooter o bicicletta

L’edizione 2022 del GP d’Olanda che ci apprestiamo a vivere nel corso del weekend del 2-4 settembre sarà totalmente all’insegna della sostenibilità. L’organizzazione ha presentato infatti il piano previsto per la mobilità. Sarà vietato accedere al circuito con la propria auto, fatta eccezione per il personale del circuito, perciò i fan saranno chiamati a trovare delle alternative. Per quelli che non vorranno raggiungere Zandvoort in scooter o in bicicletta, potranno usufruire dei servizi di treni e autobus messi a disposizione per l’evento.

L’appuntamento olandese segue a ruota altri due paesi che hanno presentato un progetto per incentivare la sostenibilità per quanto riguarda i trasporti verso gli autodromi. L’ormai passato appuntamento a Le Castellet, in Francia, e quello che tra una settimana metterà fine alla pausa estiva: il Gran Premio del Belgio, a Spa-Francorchamps. Quello che però differenzierà il weekend nei Paesi Bassi dai precedenti sta nel fatto che i posti disponibili per le automobili saranno pari a zero.

GP Olanda sostenibilita
Credits: Red Bull Content Pool

L’organizzazione spiega: “Parcheggi non accessibili, treni verso Zandvoort ogni cinque minuti”

Per questa seconda edizione dal ritorno dell’Olanda nel Circus, a differenza del 2021 dove la capienza causa Covid era ridotta al settantacinque per cento, sono attese 330mila persone durante la tre giorni. Proprio per questo motivo anche quest’anno verrà garantito un servizio ferroviario treni che partiranno a distanza di cinque minuti l’uno dall’altro.

Quanto scritto precedentemente trova conferma nelle parole dell’ideatore del piano, Roy Hirs a NL Times: “Il transito verso Zandvoort sarà chiuso per la maggior parte delle auto. Solo i residenti e il personale lavorativo avranno il permesso di entrare con il proprio veicolo. Nessuno spettatore potrà utilizzare il parcheggio“. Non è però finita qui. Per agevolare i tifosi che non abitano nei pressi di una stazione di treni o autobus, ci sarà la possibilità di parcheggiare in diverse zone per poi raggiungere il circuito tramite i mezzi pubblici messi a disposizione per l’evento.

Martina Luraghi

Amante dello sport: a primeggiare sono ovviamente i motori, ma anche il calcio e un pizzico di tennis. Tra gli altri interessi spiccano la musica e tutto ciò che riguarda il Giappone, da cui nasce la mia voglia di viaggiare. Il mio grande obbiettivo è far diventare la mia passione un vero e proprio lavoro, arrivando a girare per i paddock di tutto il Mondiale di Formula 1. "Believe it." è da sempre il mio motto che rispecchia il mio carattere ambizioso e la determinazione che ho nel raggiungere i miei sogni. Può sembrare banale, ma voglio svegliarmi la mattina essendo felice perchè faccio quello che amo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.