Formula 1Gran Premio Australia

UFFICIALE: il GP d’Australia continua il cammino in Formula 1

Fin quando il Circus continuerà a far tappa all’Albert Park? Dal 2023 il tracciato australiano ospiterà anche la Formula 2 e la Formula 3

Il GP d’Australia sarà in calendario fino al 2035, la Formula 1 ne ha infatti annunciato il rinnovo. Si tratta di un prolungamento di altri dieci anni per un circuito approdato nel Circus nel 1996

Il GP d’Australia aveva il contratto con la Formula 1 già fino al 2025, ma con il prolungamento del contratto sarà in calendario almeno fino al 2035. Come novità, dal 2023 si disputeranno anche Formula 2 e Formula 3. Dopo aver ospitato circa 419.000 appassionati nell’ultima edizione, l’Albert Park vuole continuare a far parte del calendario a cui ha aderito nel 1996. La pausa forzata dovuta alla Pandemia di Covid 19 ha permesso all’Albert Park di migliorarsi.

L’amore di Melbourne per il Motorsport come ispirazione per i futuri astri nascenti

Non solo ci sono state modifiche al tracciato, ma anche alle strutture, nel Paddock e nella Pit Lane. Ancora non è stata definita la data del GP d’Australia di Formula 1 per il 2023. Ciò dipende dalla struttura che avrà il calendario e dall’approvazione del World Motor Sports Council. “Sono lieto di confermare che il GP d’Australia rimarrà nel calendario della Formula 1 fino al 2035. La gara è sempre stata una delle preferite di fan, piloti e team. Melbourne è una città straordinaria e vibrante che si adatta perfettamente al nostro sport”, ha affermato Stefano Domenicali, Presidente e CEO del Circus.

Un annuncio importante che non solo sancisce un amore conclamato per il Motorsport, ma che è anche fonte d’ispirazione, per i futuri astri nascenti. “Questo è un annuncio semplicemente sensazionale per Melbourne, che continua così la sua ricca storia all’interno degli sport motoristici. Ciò sancisce l’amore che ha questa città a ospitare i principali eventi sportivi. Perciò è anche un’ispirazione per la prossima generazione di stelle del Motorsport australiano”, ha affermato in conclusione Andrew Westacott, CEO del GP d’Australia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.