DichiarazioniFormula 1

Tost: “Ventidue Gran Premi a stagione è il limite massimo”

Il Team Principal dell’Alpha Tauri esorta FIA e Liberty Media a non aumentare ulteriormente il numero di gare annuali

Apprestiamoci a osservare il campionato di Formula 1 più “lungo” della storia, grazie al ritorno del Gran Premio d’Olanda sullo storico circuito di Zandvoort

Da quando Liberty Media ha rilevato la proprietà del campionato di Formula 1, l’azienda statunitense è stata chiara: il Circus meritava l’ingresso in calendario di nuovi paesi ospitanti e di alcuni storici ritorni. Detto, fatto; in breve tempo il motorsport più prestigioso al mondo è tornato al Paul Ricard e, per la prima volta dopo un lungo periodo, nel 2020 vedremo nuovamente un Gran Premio a Zandvoort. Tuttavia, non tutti sono contenti di sostenere ulteriori gare nel corso della stagione, parola di Franz Tost.

Il Team Principal dell’Alpha Tauri ha esortato FIA e Liberty Media a fermarsi a 22 GP a stagione, affermando che quello è il limite assoluto per il personale delle diverse scuderie. Questo numero, però, verrà surclassato a breve. Recentemente, la FIA e le squadre hanno approvato una nuova sentenza in cui viene dichiarato che il calendario potrebbe prevedere altre tre gare, portando il limite a 25. In cambio, i team hanno ottenuto un weekend di gara leggermente più breve, con sessioni mediatiche e verifiche spostate dal giovedì al venerdì.

Per Tost, questo non basta a distogliere la pressione dal personale delle squadre, che resta lontano dalle proprie famiglie per oltre metà anno. “No, non abbiamo apportato modifiche, è solo una gara in più rispetto alla passata stagione“, ha risposto quando gli è stato chiesto se fosse stato assunto più personale per gestire il GP extra. “Non c’è stato un gran cambiamento dal momento che il numero è quasi lo stesso dell’anno scorso. Nel 2019 abbiamo iniziato il 17 marzo e abbiamo concluso il 1 dicembre. Nel 2020 partiremo il 15 marzo e concluderemo il 29 novembre, non c’è molta differenza”.

UN CIRCO ITINERANTE, PERENNEMENTE LONTANO DALLE FAMIGLIE

“Ci sarà una gara in più durante la stagione, ma non sarà necessario cambiare persone a rotazione. Penso che 22 gare sia il limite assoluto. Se in futuro avremo più gare, dovremo ruotare il personale. Sarebbe troppo per loro”. Secondo Franz Tost, oltre i motivi familiari, meccanici e ingegneri hanno bisogno di stabilità per migliorare la monoposto sotto tutti gli aspetti.

“Abbiamo una buona squadra a Bicester, nel nostro dipartimento di aerodinamica. Dal lato meccanico abbiamo avuto una sospensione anteriore e posteriore dalla Red Bull Technology. Anche se sono vecchie di un anno, è sempre meglio che doverle sviluppare da soli. Non abbiamo un’area debole in particolare, ma per essere competitivi in F1 devi migliorare ovunque. Dobbiamo migliorare un po’ ovunque, solo per fare altri passi in avanti. Se tutti i dipartimenti migliorano il loro lavoro e escogitano soluzioni migliori, alla fine avremo un buon pacchetto per essere competitivi e battere gli altri“.

Pubblicità

Alberto Lanzidei

Mi chiamo Alberto, ho 24 anni e la mia passione sono le automobili. Seguo con attenzione il mondo delle corse e in particolare la Formula 1, massima espressione del motorsport. Sin dall'adolescenza il mondo dell'informazione sportiva attirava la mia curiosità, senza immaginare che un giorno ne sarei entrato a far parte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button