Analisi della redazioneFormula 1

Torna la battaglia tra Mercedes e Red Bull: chi la spunterà?

La lotta per il titolo iridato è ampiamente aperta e a Spa riprenderà senza esclusione di colpi. Ma una sola scuderia ne uscirà vincitrice

Finisce la pausa estiva, ricomincia la battaglia in pista: Mercedes e Red Bull tornano a scontrarsi per i titoli mondiali della stagione 2021

Torna a Spa la Formula 1 e con essa si riaccende anche la battaglia: Verstappen contro Hamilton, Red Bull contro Mercedes. La stagione si presenta infuocata su tutti i fronti. Sono solo 8 i punti che separano i due piloti mentre 12 quelli tra i costruttori, con la Mercedes avanti in entrambi i casi. Ecco perché sarà fondamentale anche lo scontro tra i secondi piloti, Bottas e Perez. Dalla loro, non hanno nulla da perdere, se il loro destino sarà quello di rimanere nelle scuderie attuali è probabilmente già deciso. Ma il gioco di squadra sarà importantissimo.

Al momento, con i due GP cancellati, mancherebbero 10 prove al termine della stagione. Si entra dunque nella parte più calda con un margine minimo di vantaggio. E sia Red Bull che Mercedes non sono disposte a mollare. I campioni in carica sono infatti intenzionati a terminare l’era ibrida con un dominio completo, vincendo anche l’ottava stagione consecutiva di un era che vedrà la propria fine a dicembre. Per Red Bull è invece importante tornare sul tetto del mondo dopo i 4 titoli iridati dei primi anni 2010. Il mondiale manca da troppo tempo, è alla portata di mano e non bisogna farselo sfuggire.

PRESENTE E FUTURO IN GIOCO

Inaspettato per le due scuderie il risvolto della stagione. Se a inizio anno chiunque avrebbe pensato di preoccuparsi principalmente dello sviluppo della vettura 2022, la casa di Stoccarda e quella di Milton Keynes sono state smentite. Ecco infatti le due squadre portare costanti aggiornamenti per la stagione attuale, inizialmente non previsti come affermato più volte da Toto Wolff. È indispensabile comunque non dimenticarsi della nuova era e di quello che sarà il prossimo anno. Se non si dovesse creare una monoposto all’altezza, si rischia di esserne penalizzati a lungo termine. Da questo punto di vista potrebbero trarne vantaggio le scuderie non interessate nella lotta, come Ferrari o McLaren.

Nonostante questo, lo scontro continua, e chissà quali sorprese può riservarci il GP del Belgio. Verstappen è agguerrito dopo le ultime due gare in cui è stato penalizzato dalle due Mercedes, a Silverstone da Hamilton e in Ungheria da Bottas. La Mercedes punta invece più sulla prudenza: sono riusciti a ribaltare la situazione e a portarsi in testa, ma conoscono bene la potenza della Red Bull. Non per nulla, Max ha vinto 5 GP di fila prima dei due incidenti che gli hanno precluso un buon risultato in gara. Chi vincerà questa guerra? Sarà solamente il tempo a potercelo dire, ma intanto noi gustiamocela.

 

Carlotta Ramaciotti

Sono solo una ragazza italiana, qui per condividere il proprio amore per il motorsport.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.