Formula 1

Tifosi VS Ecclestone: anche i piloti di Formula 1 contro l’addio a Monza

È passata una settimana circa dalle dichiarazioni shock di Bernie Ecclestone a riguardo della volontà di abbandonare Monza. Parole che hanno fatto sobbalzare in primis i tifosi italiani, che tanto amano il tracciato brianzolo, ma che non hanno lasciato indifferenti nemmeno i piloti di Formula 1 che proprio in occasione del Gran Premio di Gran Bretagna hanno replicato a più riprese nei cofronti della minaccia di Mister E. Come ha commentato lo stesso 84enne ai microfoni di Boselli per Sky Sport F1, non c’è una vera minaccia che Monza possa lasciare il campionato nel caso in cui gli organizzatori siano pronti a firmare il rinnovo con la Fom attenendosi alle condizioni economiche delle altre gare europee.

«Non vedo come possano toglierci Monza – ha esordito Kimi Raikkonen – Sarebbe una cosa molto stupida dal mio punto di vista che penalizzerebbe tutti e anche la Formula 1. Spero che non succeda mai anche se non siamo noi i deputati a decidere. Ovviamente per la Ferrari è un luogo importante. Non ho mai vinto là, ma spero ancora di riuscirci in futuro». Più diplomatico è stato Fernando Alonso: «Credo che Bernie abbia solo risposto a una domanda, in maniera non ufficiale. Per quanto riguarda noi piloti, non possiamo decidere dove correre, ma solo cercare di offrire un bello spettacolo. Certamente è bello correre su circuiti dove le tribune sono piene, dove si sente una grande passione e c’è una bella atmosfera, come Monza, l’Austria, Spa e Barcellona. Speriamo bene per Monza».

Non solo i ferraristi. A favore dell’impianto brianzolo si sono schierati anche piloti come Felipe Massa e Jenson Button. Se il brasiliano ha voluto sottolineare come quello italiano non solo un circuito bellissimo con una tifoseria fantastica, l’inglese ha riconosciuto l’unicità del tracciato italiano: «È una pista iconica, una di quelle vecchia scuola. È un circuito molto bello da guidare, unico, diverso da tutti gli altri, c’è bassa deportanza; è una pista dove c’è sempre una bella gara quindi speriamo di poter continuare li». Dello stesso parere è anche Lewis Hamilton che a Monza ha avuto la fortuna di vincere, nel 2012, con la McLaren: «Ci sono piste dove non c’è nessuno sugli spalti e ce ne sono alcuni dove sono molto, molto speciali come quello di Monza, dove il circuito è pieno di tifosi. Non bisogna dimenticare che questo sport non esisterebbe se non ci fossero i fan», ha sentenziato il britannico.

Non solo i top driver. Lo schieramento Monza ha anche l’appoggio di Daniel Ricciardo che, attraverso le colonne di Autosport, si è schierato contro le dichiarazioni di Ecclestone: «È uno dei migliori fine settimana in termini di tifosi, atmosfera e passione. È come Silverstone e Spa, ci sono piste in calendario che semplicemente devono restarci. È la storia della Formula 1. Non ci si può girare intorno. Sicuramente non voglio vederla uscire». Della stessa linea sono anche Nico Hulkenberg e Romain Grosjean. «Vorrei che venissero mantenuti tutti i circuiti storici con il loro cuore, la loro anima e tutto quello che possono offrire. Incrociamo le dita», ha commentato il tedesco. Gli ha fatto eco il francese: «È il tempio della velocità, è da molto tempo in Formula 1, mi piace il circuito, l’atmosfera, è uno degli appuntamenti che non vorrei saltare», ha concluso il francese.

Eleonora Ottonello

Mi chiamo Eleonora e sono di Genova. Scrivo per passione, nella vita di tutti i giorni sono un'educatrice cinofila. Non ho paura di dire (forse è meglio dire scrivere) quello che penso. Per me la sincerità e la franchezza sono alla base di ogni rapporto umano. Sono pignola e puntigliosa ma disordinata e pasticciona allo stesso tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio