Formula 1Test Bahrain

Test Bahrain, allarme tombino: gara compromessa?

Un problema verificatosi in questi giorni di test potrebbe compromettere il regolare svolgimento della gara prevista per il prossimo weekend

In Bahrain il doppio cedimento di un tombino durante i test incute timore per la gara della prossima settimana: al vaglio le possibili soluzioni

Oggi si concludono i test pre-stagionali sul Bahrain International Circuit. E così si entrerà nel vivo della stagione 2024, con la prima gara prevista per la settimana prossima, proprio in Bahrain. Eppure, in questi tre giorni il circuito ha manifestato un particolare problema, che se non risolto potrebbe compromettere il primo appuntamento stagionale. Stiamo parlando del cedimento del tombino in prossimità di curva 11, verificatosi già due volte durante i test in Bahrain.

Già la giornata di ieri, infatti, era stata interrotta per ben novanta minuti a causa del sollevamento del tombino, che era arrivato a danneggiare il fondo della monoposto di Charles Leclerc, che si trovava a passare di lì. Anche stamattina, a soli ventisette minuti dall’inizio dei test, Sergio Perez ha causato nuovamente il sollevamento del tombino. E per ripararlo si è avuto un ritardo di un’altra ora e mezza circa.

Il motivo di questo cedimento è collegato alla potente aerodinamica del fondo delle nuove vetture a effetto suolo, che sottopone a grande tensione i tombini e il loro rivestimento in cemento. In questo punto del tracciato, particolarmente, la traiettoria prevede uno slancio a destra in modo da prepararsi per la curva a sinistra. Il che porta le monoposto proprio al limite dei cordoli di curva 11, dove si trova il tombino.

CEMENTO E SPOSTAMENTO DEL LIMITE DEL TRACCIATO: LE POSSIBILI SOLUZIONI

Secondo quanto riportato da Motorsport.com, dopo la conclusione dei test in Bahrain gli appaltatori del circuito riempiranno di cemento i tombini attorno al tracciato. Nel tentativo di evitare il problema del sollevamento durante il Gran Premio della prossima settimana. Questa soluzione non dovrebbe causare disagi, in quanto non è prevista pioggia per il prossimo weekend.

Perché questo problema si sta verificando proprio ora? L’anno scorso, infatti, non era accaduto niente del genere. La FIA starebbe in effetti esaminando i filmati dei test e delle precedenti gare di Formula 1 in Bahrain, per vedere se i piloti si spingono oltre i limiti della pista in curva 11 più di prima.

Riguardando il giro che ha assegnato la pole position a Max Verstappen durante le qualifiche del 2023, è evidente che quella traiettoria era già utilizzata in precedenza. Tuttavia, la FIA potrebbe anche scegliere di spostare il limite della linea bianca in quel punto della pista per il Gran Premio della settimana prossima, per impedire ai piloti di superarla.

Alessia Verde

Di Napoli, classe 2002. Studentessa di Lettere Classiche all'Università Federico II. Innamorata follemente della Rossa. Con la Formula 1 è stato amore a prima vista, e nulla riesce a emozionarmi come fa lei. Ma ciò che mi emoziona di più è potervela raccontare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio